Roberto Vannacci Moglie E Figli

Diffondi l'amore condividendo
  Roberto Vannacci Moglie E Figli
Roberto Vannacci Moglie E Figli

Roberto Vannacci Moglie E Figli – Il 20 ottobre 1968 nasce a La Spezia Roberto Vannacci. State tranquilli, nessun dettaglio sulla sua vita personale è stato rivelato. Biografia personale
Come ufficiale paracadutista, Vannacci ha iniziato il suo percorso militare dopo aver conseguito la laurea in scienze strategiche, scienze internazionali e diplomatiche e scienze militari.

Durante la Guerra Civile in Iraq, diresse il contingente italiano e fu comandante del 9° Reggimento d’Assalto Paracadutisti, della Brigata Paracadutisti “Folgore” e del Reggimento “Col Moschin”.Dal 2014 al 2016, presso il III Reparto dello Stato Maggiore della Difesa, ha curato le relazioni estere.

Ha assunto la direzione dell’Istituto Geografico Militare di Firenze il 21 giugno 2023 ed è stato sollevato dall’incarico il 18 agosto 2023.Da leggere anche: “Il mondo sottosopra” di Roberto Vannacci, che è una popolare ricerca su Google, e la rimozione del generale Roberto Vannacci dal comando a seguito delle controverse osservazioni fatte nel libro.

Una donna eccezionale è sempre al fianco del suo uomo. Molti personaggi famosi del mondo dello spettacolo, della politica e della scienza hanno già fatto questo commento, e questo è particolarmente vero nelle forze di polizia, dove, secondo un registro militare, la medaglia all’eroismo si acquisisce sul campo.

Roberto Vannacci, un generale italiano il cui libro autopubblicato:

Il mondo sottosopra” suscitò scalpore per il suo contenuto “divisivo” – per usare un eufemismo – e la cui moglie diede l’idea che fosse proprio così. L’ex moglie del soldato è una donna rumena di nome Camelia Mihailescu. La madre di Elena e Michela coglie ogni occasione per difendere il marito dalle incessanti aggressioni online.

Soprattutto alla luce del fatto che lei è direttamente implicata nel “feroce editoriale” di Natalia Aspesi, secondo il sito Dagospia. La donna si vanta delle sue capacità di poliglotta e dichiara pubblicamente il suo sostegno ai risultati del marito. Di conseguenza, non perde mai l’occasione di rispondere ai suoi critici.

“Gli argomenti e gli scritti nel libro di mio marito sono forti.” Inoltre, è un’eresia avere convinzioni personali come un ragazzo con la schiena dritta e la forza di assumerle e sostenerle in un mondo pieno di ipocrisia e correttezza politica. La moglie di Roberto Vannacci, Camelia Mihailescu, è la più grande fan di Roberto.

Vannacci è un ufficiale dell’esercito italiano che è stato condannato per il suo libro. Sui social, Camelia Mihailescu, la cui famiglia è originaria della Romania, difende il comportamento del marito. Critica “l’ipocrisia del politicamente corretto” e nei suoi post analizza un pezzo di Dagospia.

Un commentatore di un post di Camelia definisce le forze dell’ordine “la confraternita degli asini” o la “confraternita degli asini” e spiega che si parla di come gli omosessuali siano privilegiati e di come, dalle loro posizioni di potere, promuovono altre omosessuali invece che etero. Inoltre, si consiglia alle donne di non avere più figli e di donare invece il proprio corpo alle persone sterili.

In poche parole, queste erano le questioni che, in seguito alla pubblicazione di The World in Reverse nell’estate del 2023, attirarono l’attenzione dei media a livello militare. “Sei pronto anche tu a diventare un personaggio dei media?” è la caratteristica, misteriosa domanda.

Dopo aver espresso nel suo libro il suo punto di vista sull’omosessualità:

Il generale Roberto Vannacci fu travolto ancora una volta da una tempesta. Il fatto che io abbia detto che gli omosessuali sono anormali è la prova che sono razzista? Che non costituiscono la maggioranza è tutto quello che volevo dire. Ho scelto di distinguermi per conto mio.

Hanno suscitato molto scalpore le dichiarazioni del capo dell’Istituto Geografico Militare ed ex comandante dei paracadutisti della Folgore, generale Roberto Vannacci. Mentre scriveva su argomenti come la casa, l’omosessualità e la famiglia nel suo libro “Il mondo sottosopra”, ha dovuto affrontare accuse di razzismo e misoginia.

Cari omosessuali, non siete normali” è stata l’affermazione più indignata che ha usato, ma ha anche detto cose come “rivendico il diritto all’odio” e “non sono normale”, tra le altre cose. Le dichiarazioni riguardanti i gay sono state oggetto di dibattito. Sono un bigotto perché ho detto che gli omosessuali sono anormali?

Intervistato a Viareggio con la moglie Camelia per il settimanale Chi, dice nell’intervista: “Ma se io stesso decidessi di essere anormale fin da piccolo?”. Scelgo di vivere una vita atipica e, in tal caso, la possiedo? Dimmi se pensi che sia comune che le persone scelgano lavori come il mio.

Tuttavia, la gente prestò molta attenzione alle sue opinioni sull’omosessualità, e il generale fu retrocesso e rimosso dal comando subito dopo l’uscita del suo libro, alla fine dell’estate. A causa delle mie decisioni, anche loro sono una minoranza, proprio come me.

Roberto Vannacci Moglie E Figli

Si potrebbe dire che io sono l’epitome dell’individuo “non normale”. Ha detto: “Ad essere sincero, non ne conosco nessuno” quando gli è stato chiesto se avesse avuto a che fare con soldati che wdovevano uscire mentre prestavano servizio nell’esercito. Stanno zitti, ma credo che ce ne siano alcuni. Non è un comune inizio di conversazione.

La moglie del generale, Camelia Mihailescu, ebbe due figlie, Elena e Michela, da una storia d’amore; non ha mai scoperto se le sue figlie fossero gay. Sul lavoro in Romania, si sono incontrati. “Ho dovuto consegnarle dei documenti riservati; lavorava per il Ministero della Difesa”, spiega a Chi. “E se le mie ragazze finalmente uscissero allo scoperto?” Chiaramente, li sosterrei.

È fondamentale comprendere e assistere i bambini. Farei uno sforzo per indirizzarli verso l’eterosessualità se fosse semplicemente una parte normale dell’essere un adolescente. So che in quanto gay affronterebbero più sfide, e non è perché sono un bigotto. Il generale ci assicura che la decisione finale è interamente nelle nostre mani.

Prima di diventare capo di stato maggiore delle forze speciali della NATO in Afghanistan, ha supervisionato operazioni speciali in Somalia, Ruanda, Yemen, Balcani, Costa d’Avorio, Iraq e Libia. Comandò anche la Task Force 45 e l’unità d’assalto del Col Moschin.

Ma risponde “Matrimonio” quando gli viene chiesto cosa ha trovato più sorprendente nella vita. Anche le mie figlie. Per me era chiaro che le cose si sarebbero evolute. Mi avvicino alle missioni con una nuova prospettiva. Pensavo di più alla possibilità della morte. leggerezza.Lo scandalo che circonda il libro autopubblicato del comandante dell’esercito italiano Roberto Vannacci sarà sicuramente uno degli eventi più discussi dell’estate 2023 in Italia.

In effetti, il generale scatena la sua furia contro le ideologie singolari, gli ambientalisti, gli zingari, le femministe, gli immigrati e tutto ciò che si discosta dal modello socialmente accettato degli ultimi due millenni nel suo libro “Il mondo sottosopra”, mentre sfacciatamente ignorando figure ed eventi cruciali della storia.

Quindi, non è affatto scioccante che l’uscita del libro abbia suscitato un’ondata di indignazione; ciò che è preoccupante è che il volume è rapidamente salito in cima alla lista dei bestseller di Amazon. Tuttavia, il generale Roberto Vannacci è una figura misteriosa; non si sa nulla della sua vita personale. Chi è la moglie di Roberto Vannacci? Questo dovrebbe farci iniziare la nostra ricerca per saperne di più su di lui.

La donna è piuttosto riservata sui social, quindi non è facile scoprire chi sia la moglie di Roberto Vannacci. È comunque possibile ottenere un’idea generale della moglie di Roberto Vannacci confrontando i diversi profili.

Camelia Mihăilescu è il nome di battesimo della moglie di Roberto Vannacci, tuttavia sui social media usa entrambi i nomi, in particolare Instagram e Facebook. La frase preferita di Camelia Mihăilescu su Facebook è in realtà scritta in rumeno, che è il suo paese d’origine. Tradotto suona più o meno come “Non ha senso essere tristi o felici per le cose future, che forse non accadranno mai!”.

Sebbene l’occupazione di Mihăilescu rimanga un mistero:

I suoi filmati pubblicati forniscono informazioni sui suoi interessi e hobby. Senza dubbio a Mihăilescu piace allenarsi in palestra ed è molto impegnato in uno stile di vita sano. Ha una passione per la cucina e adora preparare autentici piatti italiani.

Camelia Mihăilescu, infatti, si prende cura degli uccelli domestici che vivono nel cortile di casa Vannacci, dimostrando il suo profondo affetto per gli animali. E infine, sappiamo che i futuri genitori hanno due ragazze, probabilmente di nome Michela ed Elena, che sembrano aver ereditato l’amore per l’esercizio fisico dai loro genitori, almeno secondo il post di triathlon orientato ai giovani del generale.

L’incontro generale e il rapporto con la Romania Il generale Roberto Vannacci e Camelia Mihăilescu si sono incontrati, ma i dettagli del loro incontro rimangono sconosciuti. D’altra parte, se ci si prende il tempo di leggere attentamente il curriculum e la biografia del generale, si potrebbe notare un elemento intrigante che potrebbe nascondere il segreto del loro incontro.

In realtà, Vannacci ha conseguito numerose lauree specialistiche, tra cui una in Scienze militari presso la capitale della Romania, Bucarest. Inoltre, lo Stato Maggiore rumeno ha consegnato a Vannacci la Medaglia d’Onore.

Secondo Vannacci, fu nel 1975 a Parigi che Roberto Vannacci ebbe per la prima volta un’interazione quotidiana con i neri. Ricordo ancora vividamente quanto fossi incuriosito da loro; anzi, arrivavo addirittura a fingere di viaggiare sul treno per poter infilare la mia mano nella loro e sentire quanto più o meno rugosa sentisse la loro pelle rispetto alla nostra.

Il generale che in seguito avrebbe diviso gli italiani a causa delle sue controverse opinioni su sessismo, omofobia e femminismo nacque in provincia di La Spezia quando aveva solo sette anni. Deve aver vissuto un impatto così profondo crescendo in una grande città da non essere mai stato in grado di guardare oltre le differenze tra le persone e considerarle normali.

La nostra Fraternità Latina Così sottolinea nel suo libro Il mondo converso che “i tratti somatici della pallavolista Paola Egonu non rappresentano l’italianità” o che l’orgoglio di avere “sangue italico” che deve essere protetto non dovrebbe essere gonfiato. Il matrimonio del generale con una rumena, piuttosto che con un’italiana, a prima vista può apparire “non normale”.

Tuttavia, se regge la teoria della “fratellanza latina” o il principio dell’identificazione come discendente di Giulio Cesare, allora è sempre meglio del generale che fantastica di essere Napoleone e dà una buona impressione del generale conquistatore.

Il fatto che Luciano Canfora, biografo dell’imperatore e filologo classico, abbia fatto notare a Vannacci sul Corriere che Cesare era bisessuale è irrilevante, così come il fatto che lo stesso Vannacci che elogia Cesare contesti una immaginata “dittatura” degli omosessuali.

Dopo la laurea in Scienze Strategiche a Torino e in Scienze Internazionali e Diplomatiche a Trieste, entrambe ottenute attraverso il riconoscimento di esperienze pregresse, il generale e Camelia Mihailescu si sono conosciuti in Romania, dove si è iscritto ad un programma di formazione che lo ha portato infine alla laurea in Scienze Militari. da Bucarest.

  Roberto Vannacci Moglie E Figli
Roberto Vannacci Moglie E Figli
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!