Platinette Malattia

Diffondi l'amore condividendo
Platinette Malattia
Platinette Malattia

Platinette Malattia – Mauro Coruzzi “Platinette”, colpito da ictus ischemico, è guarito e tornerà in televisione.Il 14 marzo Mauro Coruzzi ebbe un “ictus ischemico”, come scrisse in arte Platinette.

Per fortuna è stata fornita assistenza medica tempestiva, consentendo un’azione terapeutica immediata.Le condizioni sono stabili e al momento sono in corso una serie di conferme. La sua agenzia lo annuncia pubblicamente.

Coruzzi è stato lanciato come “Platinette” dallo spettacolo di Maurizio Costanzo:

E nato a Langhirano nel 1955 e lavora come conduttore radiofonico e televisivo, personaggio televisivo, cantante, attore e sosia. Ha condotto Platinissima di Radio Deejay ed è apparso come giudice ospite o commentatore in numerosi programmi televisivi.

Nel corso della sua carriera ha pubblicato diversi libri, registrato diversi album e si è esibito due volte al Festival di Sanremo. La sua ultima apparizione televisiva risale a quasi una settimana fa, quando ha reso omaggio a Maurizio Costanzo, scomparso il 24 febbraio.

Copyright ANSA Riproduzione riservataCosa ha Mauro Coruzzi (Platinette) e come sta in questo momento Dopo essere stato male dallo scorso marzo, l’artista di Platinette Mauro Coruzzi sarà ospite questo pomeriggio della trasmissione televisiva Domenica In. Ma quali sono gli attuali stati della sua salute?

Cosa c’è che non va con lei?

Il famoso commentatore ha avuto un ictus, ma ora sta molto meglio dopo lunghe cure mediche e riabilitazione. L’autista di precisione il 14 marzo ha avuto un ictus ischemico che lo ha reso inabile. Dopo due settimane ha postato sui social una foto dal suo letto d’ospedale al Niguarda per rassicurare i suoi fan.

Coruzzi appariva felice e rilassato nella foto, scattata con la didascalia “le amiche della domenica”. Per ora riesco a vedere solo La Kiri attraverso la finestra chiusa mentre urla sul marciapiede fuori dall’ospedale. Inoltre, Platinette aveva scritto “A presto, Kiri” riferendosi al suo cane.

I fan e molte celebrità del mondo dello spettacolo sono rimasti scioccati nel sentire la notizia che Mauro Coruzzi aveva avuto un ictus il 14 marzo dal suo agente: “Mauro Per fortuna è stata fornita assistenza medica tempestiva, consentendo un’azione terapeutica immediata. Le condizioni sono stabili e al momento sono in corso una serie di conferme.

Coruzzi è stato lanciato come ‘Platinette’ dallo spettacolo di Maurizio Costanzo; è nato a Langhirano nel 1955 e lavora come conduttore radiofonico e televisivo, personaggio televisivo, cantante, attore e sosia. Ha condotto Platinissima di Radio Deejay ed è apparso come giudice ospite o commentatore in numerosi programmi televisivi.

Nel corso della sua carriera ha pubblicato diversi libri, registrato diversi album e si è esibito due volte al Festival di Sanremo. Prima della sua caduta, Coruzzi era stato in televisione per rendere omaggio a Maurizio Costanzo in occasione della sua scomparsa. Ora, il grande ritorno in televisione: prima su Italia Si di Marco Liorni, poi come ospite di Mara Venier nel finale di stagione di Domenica In. Ictus ischemico: sintomi, cause e diagnosi

Mauro Coruzzi, artista di Platinette, è stato ricoverato in ospedale il 14 marzo dopo aver subito un ictus ischemico. Da allora le sue condizioni si sono stabilizzate. Le risposte rapide ricevute hanno permesso al suo agente di “agire immediatamente dal punto di vista terapeutico”, come ha affermato l’agente.

Le convulsioni ischemiche sono causate dalla mancanza di sangue e ossigeno al cervello. Ciò si verifica quando una delle arterie che forniscono sangue al cervello si blocca, direttamente (in caso di stenosi) o indirettamente (in caso di embolia).

La maggior parte dei casi di ictus, oltre l’80%, rientra in questa categoria. Il restante 20% dei casi è rappresentato da un ictus emorragico, più pericoloso perché provocato dalla rottura di un’arteria cerebrale e che solitamente porta alla morte.

I principali sintomi di un attacco ischemico sono descritti sul sito della Fondazione Veronesi. Una debolezza o insensibilità di una metà del viso, come spiega il dottor Marco Stramba-Badiale, direttore dell’Unità Geriatrica Cardiovascolare e del Laboratorio Sperimentale di Ricerche di Medicina Riabilitativa e Chirurgia Encefalo Vascolare dell’Ospedale Auxologico di Milano, è uno dei cinque campanelli d’allarme .

In alternativa, i sintomi di un ictus possono includere la perdita della capacità di parlare o di comprendere ciò che sta dicendo un’altra persona; visione offuscata o persa in un occhio; una sensazione inspiegabile di vertigini, rotazione o caduta; e/o forte dolore alla testa.

Alcune condizioni mediche, soprattutto se croniche:

Possono aumentare le probabilità che un paziente subisca un ictus. Questi includono malattie cardiovascolari, cambiamenti ormonali e diabete di tipo 2. La presenza di placche aterosclerotiche sui vasi sanguigni che portano al cervello o un ischemi transitorioAnche un attacco c (TIA) che può precedere un infarto cerebrale è un fattore di rischio.

Secondo Stramba-Badiale “il legame tra stress e ictus dipende dall’età e continua anche dopo gli 80 anni”. Platinette in bella mostra sul letto d’ospedale: eccola dopo l’ic… Mauro Coruzzi, nei panni di Platinette, è tornato sui social, e sorride e fa capire che il peggio è passato. Il conduttore radiofonico e televisivo, colpito da un ictus ischemico lo scorso 14 marzo, si trova al Niguarda. Immagini | Film

La fortuna di Mauro Coruzzi nell’arte di Platinette si esaurisce: è stato colpito da un ictus, ma è abbastanza stabile per vedere lo spettacolo. Non è più uscito dall’ospedale, ma appare felice e rilassato nella foto che ha postato su Instagram con la didascalia “le amiche della domenica”. Ci sono molti sostenitori volenterosi che hanno inviato messaggi di sostegno.

Ed ecco che arrivano Lorella Cuccarini e Valeria Marini con i loro pensieri. “Evviva Mauro!” è stato scritto da Elena Sofia Ricci. Volevo ringraziarti per il fantastico articolo che hai scritto, e ora sono ancora più felice che tu stia meglio. Fino ad allora, ti prego di accettare la mia sincera gratitudine. E Francesco Arca declama: “Forza, Mauro”.

Platinette, le rivelazioni choc di Mauro Coruzzi:

Sono bulimico, mi manca l’amore e devo essere curato”. attenzione Qualcuno potrebbe aver portato la cagnola Kiri di Platinette nel giardino dell’ospedale, ma per ora tutto ciò che riesce a vederla è attraverso una finestra chiusa mentre cammina a passi pesanti sul marciapiede fuori dalla struttura.

È tutto, Kiri. Marco Liorni, in Italia Sì, rassicura tutti. E la sostituta dell’amica sul barchino, Barbara Alberti, aggiunge: “I medici sono molto contenti. Grazie ancora ai soccorritori che sono intervenuti tempestivamente e hanno aiutato subito a stabilizzare Coruzzi.

Platinette, alias Maurizio Coruzzi: “Ho un male da combattere, lascio la Rai” Il video della confessione è una truffa: spiare il colpevole! Oggi è la Giornata della Riproduzione Riservata. “Lascio che la TV mi guarisca e mi distragga dal male che porto dentro di me”, si leggeva in una litografia in una rivista sulla malattia mentale.

Platinette Malattia

Ora il male è passato”, esclama Platinette mentre spegne la TV e si prepara a combattere la sua malattia. Dopo aver lavorato per un anno alla trasmissione Rai “Italia Sì” del sabato pomeriggio, Mauro Coruzzi (vero nome: Platinette, ndr) ha deciso di raccontare con parole sue la dura battaglia che lo vedrà coinvolto nei prossimi mesi.

Ho 64 anni e ho chiesto a Italia Sì di accogliermi per un po’ così da poter capire cosa sta succedendo nella mia vita. Dopo 45 anni di lavoro e di carriera, Coruzzi ha dichiarato a Rai Uno: “Devo combattere un male difficile che mi ha colpito e che mi porto dentro. Si tratta di un problema di alimentazione compulsiva, anche quando non ne ho bisogno”.

È stato un anno difficile, ma finalmente sono riuscita a farmi un trapianto di arti e apprezzo la discrezione di tutti nel trattare con rispetto la mia privacy nonostante siano a conoscenza della situazione. Ma ad un certo punto il male scompare.

Platinette ha raccontato al pubblico e conduttore Marco Liorni in studio:

Alla fine della scorsa stagione, quando la città era deserta e io ero rimasto solo, ho capito che dovevo ricostruire la mia vita: accettare orari di lavoro prolungati stava rendendo quell’obiettivo impossibile per me.

Alla fine ho capito che avevo bisogno di dedicare un po’ di tempo in solitaria e ho adottato un programma di dieta rigoroso. Volevo spiegare che posso percorrere solo tratte più brevi di questa oggi, prima che salpi Italia Sì. Prima devo mettere le mie basi tornare a posto, e poi forse potremo incontrarci di nuovo.

Platinette smette di guardare la TV per guarire se stessa: “Devo liberarmi del male che c’è dentro di me”. Era inevitabile che notizie non censurate sulla morte di Platinette arrivassero al pubblico, a partire dalla bufala che circondava la sua scomparsa e proseguendo con i dettagli sulla malattia e i suoi effetti su Platinette.

Alla luce delle storie che si stanno diffondendo, in primis su Facebook, viene spontaneo chiedersi che ne sia stato di Mauro Coruzzi. Stiamo arrivando al nocciolo della questione, con tanto di bugie accessorie per chiunque cerchi di sorvolare sul proprio stato di salute dopo gli eventi degli ultimi giorni.

La ProfessioneIn caso di ictus, sosta per una tiara di platino: queste le sue condizioni
1-2 minutiPlatinettes, il racconto completo sulla malattia di Mauro Coruzzi: il rischio spaventoso che si è creat Nato a Langhirano nel 1955, Mauro Coruzzi debutta sul piccolo schermo grazie al Maurizio Costanzo Show, che lo vede spesso protagonista nel ruolo di Platinette. Negli ultimi mesi Mauro Coruzzi, amatissimo per il suo umorismo cupo, ha fatto preoccupare i suoi fan a causa di unpienezza. Ma andiamo con ordine e ripetiamo la vicenda.

Platina: cosa è successo veramente a Mauro Coruzzi?

Lo scorso 14 marzo Platinette ha avuto un ictus inaspettato che lo ha costretto a restare per molte settimane nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Niguarda di Milano. Nonostante apparisse allegro e spensierato agli amici e alla famiglia, la degenerazione di Mauro Coruzzi era complessa a causa delle sue condizioni mediche e del piano di cure.

Anche se non corre più alcun pericolo, lo showman continua ad essere monitorato attentamente da un team di esperti, e sembra che la sua salute migliori di giorno in giorno. Platinette ha confermato il suo miglioramento in una delle più recenti comunicazioni ufficiali, precisando di non essere mai entrato in coma e che la voce contraria è stata ampiamente diffusa.

Mauro Coruzzi, detto Platinette come è conosciuto nel mondo dell’arte, è stato recentemente colpito da un infarto; per fortuna ha ricevuto cure mediche tempestive, che hanno consentito un intervento terapeutico immediato.

Al momento sono in corso ulteriori certificazioni, ma “le sue condizioni sono stabili”, come precisa il suo agente. Coruzzi è stato lanciato come “Platinette” dallo spettacolo di Maurizio Costanzo; è nato a Langhirano nel 1955 e lavora come conduttore radiofonico e televisivo, personaggio televisivo, cantante, attore e sosia.

Mauro Coruzzi ha condotto Platinissima su Radio Deejay ed è apparso in numerose trasmissioni televisive come ospite, giudice o commentatore. Nel corso della sua carriera ha pubblicato diversi libri, registrato diversi album e si è esibito due volte al Festival di Sanremo. Recentemente ha reso omaggio in televisione al compianto Maurizio Costanzo, scomparso il 24 febbraio.

Tutti gli occhi puntati sulla bufala della morte di Platinette:

Diverse voci sulla malattia e sulle sue conseguenze alimentano domande come “che fine ha fatto Mauro Coruzzi?” Come è successo di recente con altri personaggi televisivi italiani, come abbiamo riportato in diversi articoli, la verità è sempre nascosta appena sotto la superficie.

Quali dati attuali dovrebbero essere considerati riguardo a Platinette? Innanzitutto non esiste alcuna malattia avanzata né qualcosa di ben noto al pubblico, il che sorprende visto che sui social si stanno diffondendo voci infondate.

Gli unici aggiornamenti attesi in merito sono arrivati oggi dall’ANSA, e lasciano intendere che le condizioni di salute di Mauro Coruzzi tengono bene. Non sappiamo se sia salva, ma gli ultimi bollettini ci danno motivo di essere ottimisti sulla possibilità di una sua guarigione.

A parte questo, per fortuna, possiamo ribadire che tutte le voci sulla morte di Platinette sono del tutto infondate.Andando oltre la bufala attorno alla morte di Platinette, bisogna invece soffermarsi sulle false notizie che compongono la sua malattia fittizia e sui postumi del recente ictus che lo ha colpito.

Platinette Malattia
Platinette Malattia
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!