Paola Perego Malattia

Diffondi l'amore condividendo
Paola Perego Malattia
Paola Perego Malattia

Paola Perego Malattia – È stata lei a rendere pubblica la sorprendente rivelazione che Paola Perego combatte segretamente da anni contro una malattia Paola Perego, nota conduttrice televisiva che esiste da quasi 50 anni ma è ancora bellissima, in realtà ha iniziato la sua carriera nel settore della moda prima di passare alla televisione.

Il conduttore ha avuto una carriera varia e interessante; ha iniziato come modella a 16 anni e solo più tardi è passata alla televisione, dove è diventata rapidamente un nome familiare e ha dimostrato il suo coraggio come conduttrice.

Ha ospitato diverse serie TV nel corso degli anni; ad esempio, ha sostituito Rita Dalla Chiesa alla conduttrice di Forum e ha introdotto all’inizio del millennio la stagione inaugurale del reality La Talpa. Recentemente è tornato in Rai, precisamente su Secondo Canale, per condurre insieme a Simona Ventura la trasmissione domenicale Citofonare Rai2.

Che disturbo ha colpito Paola Perego?

In apertura abbiamo accennato al fatto che Paola Perego aveva una malattia grave, in realtà piuttosto diffusa, che colpisce una parte non trascurabile della popolazione. Nel programma Belve la conduttrice ha parlato della sua vita personale, rivelando di essere stata costretta a prendere farmaci per 30 anni.

I farmaci per l’ansia hanno fatto sì che il presentatore venisse etichettato come “freddo”, come spiega. Gli attacchi di panico fanno parte della mia vita da quando avevo 16 anni. Quando ho sbattuto il braccio contro un muro, sperando di mandarlo in frantumi e provare un nuovo tipo di angoscia, è stato il peggiore.

Volevo porre fine alla mia vita perché ero così ansioso e infelice. Desideravo un’agonia fisica che fosse riconosciuta dai medici, che all’epoca non comprendevano gli attacchi di panico e mi dicevano che non avevo niente.”

La diagnosi appropriata è spesso ritardata, nonostante la prevalenza mondiale di gravi episodi di ansia e panico. Possono imporre seri vincoli alla vita di una persona, rendendole impossibile il normale funzionamento.

Paola Perego ha poi spiegato perché nessuno si era mai accorto di nulla mentre lei era in televisione, adducendo il fatto che era costantemente medicata e accompagnata da un medico come motivo per cui nessuno aveva mai richiamato l’attenzione sul suo comportamento. Molte volte ho creduto che sarebbe stato meglio morire. Tuttavia avevo anche il terrore di morire. Oggi sono completamente guarito; Non soffro più di attacchi.

Oggi Paola Perego ha superato il momento più difficile seguito alla rottura del matrimonio con l’ex calciatore Andrea Carnevale (1990–1997), dal quale ha avuto due figli, Giulia e Riccardo. Inoltre, ha fatto sapere che sentiva di aver subito una grave perdita a causa del divorzio. Per tutta la vita sono stato un sostenitore del matrimonio. Mi è stata infedele.

Continua la sua ammissione così:

Ero sola, con un bambino che non dormiva né giorno né notte. Era un compito estremamente impegnativo. Le cattive idee ti vengono in mente quando non dormi abbastanza. Non ho preso lui perché altrimenti avrei avuto la tentazione di buttarmi dalla finestra con lui. Dati personali sulla vita di Paola Perego, compresa l’età, lo stato di salute, il coniuge Lucio Presta, i figli e i nipoti.

Nel corso degli anni, Paola Perego è diventata una figura familiare nella televisione italiana, avendo condotto un’ampia varietà di programmi (dai telegiornali ai reality) su reti come Rai e Mediaset. Sarà una delle partecipanti alla prossima stagione di “Ballando con le Stelle”, popolare trasmissione di Rai 1 condotta da Milly Carlucci, che andrà in onda sabato 21 ottobre 2023. Scopri tutto sulla sua vita familiare che nessuno altrimenti lo sa.

I genitori di Paola Perego, Alice e Pietro, la diedero alla luce il 17 aprile 1966 a Monza. Ha trascorso la sua infanzia nel paese di Brugherio, non lontano. Successivamente si recò a Milano quando era ancora minorenne e iniziò la sua carriera di modella. Dopo essersi affermato sul piccolo schermo con Antenna 3, ha condotto diversi programmi su Fininvest, tra cui “Autostop” e “Calciomania”.

Ha iniziato con Telemontecarlo, ma nel 1992 è passato alla Rai. Dalla rete di Viale Mazzini a Mediaset è passato più volte nella sua carriera. Così, nel 2010, ha trovato definitivamente casa in Rai, e ora conduce insieme a Simona Ventura “Citofonare Rai 2” (sono rivali anche nella trasmissione di Rai 1 “Ballando con le Stelle 2023”, che presenta in anteprima il 21 ottobre di quest’anno).

Passando alla vita privata, nella seconda parte degli anni ’80 Paola Perego conosce Andrea Carnevale, all’epoca calciatore affermato (giocava in club come l’Udinese, il Napoli e la Roma). La coppia ha iniziato a frequentarsi nel 1990 dopo che l’uomo l’ha corteggiata per alcuni mesi. Da questa coppia sono nati due figli, Giulia (1992) e Riccardo (1996). Dopo un periodo difficile e non poche amarezze da entrambe le parti, la Perego e il Carnevale si separarono nel 1997.

Bel manager e imprenditore originario della Calabria:

Ha iniziato a frequentare Paola Perego nel 2000. Oltre alla stessa Perego, nel portfolio di Presta ci sono artisti del livello di Roberto Benigni, Amadeus, Gianni Morandi, Paolo Bonolis, Antonella Clerici, Simona Ventura, Ezio Greggio. e Michele Santoro.

Presta era appena tornato dall’Italia, dove si era sposato due volte e aveva avuto due figli, Beatrice e Niccol, dalla seconda moglie Emanuela. Paola Perego e Lucio Presta si sono sposati nel 2011 e da allora convivono.

Oggi la conduttrice è anche nonna affettuosa dei figli di Giulia, Pietro (2011) e Alice (2012). Nel 2020 è uscito il libro di Paola Perego “Dietro le quinte delle mie paure”. Quello che i miei episodi di panico mi hanno insegnato su me stessa. La conduttrice è stata ospite della trasmissione “Belve” di Francesca Fagnani dove ha affrontato i temi del libro.

Gli episodi di panico che Perego ha avuto a partire dal 1982 – epoca in cui ancora non si parlava abbastanza della malattia che lei chiama “il Mostro” – sono stati fonte di sofferenza privata per l’artista negli ultimi 30 anni. Fino a quando non si è sentita meglio, la conduttrice ha provato diversi medici, psicoterapie e farmaci.

Paola Perego Malattia

Dettagli personali sulla vita di Paola Perego, inclusa la sua età, salute, coniuge Lucio Presta, figli e nipoti. Qual era la natura della malattia di Paola Perego? Cosa è successo dopo che la sua storia ha sorpreso i fan? Maggiori informazioni possono essere trovate nell’articolo.

Che disturbo ha colpito Paola Perego? La patologia della rispettata ospite ha reso necessario l’uso di farmaci per più di 30 anni. Dov’è andata, però? Belve, condotto da Francesca Fagnani, è stato il primo luogo in cui la showgirl ha rivelato l’evento che ha cambiato il corso della sua vita.

Nonostante il fatto che gli attacchi di panico stiano diventando sempre più argomenti di discussione in televisione, il racconto della famosa presentatrice della sua esperienza con loro mentre era completamente nuda non si scusa per il trauma che causano. sopportato o ne soffre.

La conduttrice, che è anche l’attuale fidanzata di Lucio Presta, ha descritto il suo disturbo con dovizia di dettagli. Belve non ha risparmiato dettagli nella sua ricerca, dipingendo un quadro vivido di ciò che i suoi episodi di panico avevano significato per lei. Come ulteriore vantaggio, è recentemente tornata a ruoli di presentatrice televisiva, in particolare come co-conduttrice di Citofonare Rai Due con la sua collega e amica Simona Ventura.

Ma cosa sono gli attacchi di panico?

Il disturbo di cui soffre Paola Perego prevede momenti (sporadici e non) in cui il malato è attanagliato da preoccupazione e panico estremamente acuti, fino a diventare invalidanti, spesso in assenza di una causa chiara o di una minaccia imminente. Inoltre, il nome “panico” deriva da Pan, il dio greco dei prati e della natura. Ma cosa ha da dire l’oratore riguardo a questo grave problema medico?

Che disturbo colpisce Paola Perego?

Paola Perego ha raccontato nel dettaglio molti episodi in cui ha avuto un ruolo centrale a causa della sua malattia. La padrona di casa soffriva di attacchi di panico da 30 anni, viveva nella paura costante e poteva lavorare solo perché usava medicinali per alleviare momentaneamente il disagio. Gli attacchi di panico fanno parte della mia vita da quando avevo 16 anni. Il momento peggiore è stato quando ho sbattuto il braccio contro un muro per romperlo e provare una nuova angoscia.”

Non potevo più sopportare la costante preoccupazione e la disperazione,” ha detto. Quando sono andata dal medico per i miei attacchi di panico, mi ha detto che non avevo nulla di cui preoccuparmi, ma volevo un disagio fisico che lui riconoscesse.

Perché Sono sempre stato medicato e accompagnato da un medico, non mi veniva mai in mente nulla mentre trasmettevo. Molte volte ho creduto che sarebbe stato meglio morire. Ma avevo anche paura di morire. Oggi sono completamente guarito; non soffrire più di attacchi.

Divorzio e attacchi di panico:

Sempre su Belve, Paola Perego ha descritto un punto basso della sua vita in cui la sua salute è peggiorata rapidamente. La conduttrice ha pensato più volte al suicidio mentre cresceva da sola i figli dopo il divorzio da Andrea Carnevale: “Ero sola, con un bambino che non dormiva né di giorno né di notte”. Aveva un sacco di coraggio. Le cattive idee ti vengono in mente quando non dormi abbastanza. Non l’ho preso perché altrimenti avrei avuto la tentazione di buttarmi con lui dalla finestra.

Paola Perego ha mostrato un enorme coraggio e onestà discutendo di un argomento estremamente comune ma tabù come gli attacchi di panico. Pochissimi relatori sarebbero stati così aperti su eventi specifici che sono trappole comuni per le persone con disturbi d’ansia. Oggi, per fortuna, rimane solo un ricordo spiacevole e lontano. In un’ammissione sconvolgente, Paola Perego dice.

Paola Perego now si considera una persona molto fortunata. Ha una grande famiglia, una professione di successo alle spalle e progetti ambiziosi per il futuro, ma più di ogni altra cosa vuole essere libero dalla paura. Soffriva di attacchi di panico da quando aveva 16 anni, ma ciò che veramente “ha ucciso tutto, comprese le sue emozioni” sono stati i narcotici di cui abusava da così tanto tempo.

In piena epidemia, la conduttrice ha scritto “Dietro le quinte delle mie paure” e ha rivisitato la vicenda nell’ultima intervista al Corriere della Sera. Paola Perego ha rivelato di soffrire di attacchi di panico e di aver trovato difficoltà a continuare il suo lavoro in televisione. Soprattutto in un mondo, quello dello spettacolo, dove giudizi e confronti sono la norma.

Era però abile nel nasconderlo:

Per anni, all’esterno, è apparsa come una persona frizzante e sarcastica. Ma io ero isolata. Usavo farmaci, e non sto parlando di quelli più delicati di oggi.” dell’establishment medico. Mi riferisco ai farmaci che hanno contribuito a calmare l’atmosfera in modo che l’ansia non fosse più un problema. Tutto, anche i sentimenti, è stato cancellato.

Non potevo più piangere. Come se fossi confuso, molti dei miei ricordi sono confusi Io, ad esempio, mi sono sposata con Andrea (Carnevale, ndr). Qualcuno diceva che ero sembrata troppo distante e menefreghista, ma ora posso ammettere che “ho preso benzodiazepine”.

Le persone hanno sempre visto il suo lato migliore sullo schermo. A volte, però, l’ansia di Paola Perego rischiava di toglierla dalla trasmissione: «Ero incinta di Giulia, la mia prima figlia, e conducevo una trasmissione su Tmc, dal titolo Quando c’è la salute. A causa della mia gravidanza, ho la sera prima della diretta non potevo prendere nessun sonnifero e non avevo chiuso occhio.

Quando mi resi conto che il giorno dopo non potevo andare in TV, pregai una mia cara amica, Patrizia, per inventare una storia per me. Lei ha escogitato un piano e lo psichiatra che mi aveva seguito ha accettato di riprogrammare il suo intero programma in modo che potesse essere lì nel mio camerino e aiutarmi a ogni intervallo. Così sono andato alla radio. “

La conduttrice racconta di esserne uscita dopo tre diversi percorsi terapeutici e dieci anni di terapia, ma si rammarica di tenere nascoste le sue vulnerabilità al mondo e, soprattutto, alla sua famiglia: “Mi nascondevo, mi mascheravo, stavo sedando. No bisognava sapere che tenevo le medicine nascoste nello spogliatoio perché potevo svenire da un momento all’altro.

Paola Perego sostiene che l’industria televisiva è un ambiente stimolante in cui “tutti coloro che fanno televisione, secondo me, dovrebbero essere psicanalizzati. ” Le persone in patria credono erroneamente che gli individui che lavorano nelle produzioni televisive siano immuni alla sofferenza, alla violenza, alla paura e al male.

Sei tutto solo nonostante lo sguardo fisso di milioni di persone. Che proiettano su di te un’identità che in realtà non sei tu “Ma chi sono io, ti starai chiedendo? Molte persone provano la terrificante sensazione di cessare di esistere quando non sono sotto i riflettori. Per fortuna, questa non è la situazione per me oggi.

Paola Perego lavorerà nella moda per 40 anni nel 2022. Una professione che ha attraversato alti e bassi, comprese le accuse di sessismo nel 2017 per il suo pezzo “Parliamone… sabato”, che metteva a confronto le donne italiane con le loro controparti orientali . Soprattutto dopo aver sposato l’agente dei VIP Lucio Presta, il titolo di “raccomandata” non è mai stato quello che lei ha cercato. ” \No.

Quindi mettiamo che se mi avessero consigliato avrei optato per lavori più importanti. Inoltre credo che eviti di inserirmi ruoli importanti perché sono sua moglie, sembra che abbia sempre in mente qualcun altro. Anche se, secondo lei, la maggior parte dei telespettatori non ci crederà, la conduttrice ha usato la parola “penalizzato” anziché “raccomandato” per concludere il discorso conversazione.

Paola Perego Malattia
Paola Perego Malattia
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!