Miguel Bose Malattia

Diffondi l'amore condividendo
Miguel Bose Malattia
Miguel Bose Malattia

Miguel Bose Malattia – Perché Miguel Bosè è così cattivo? La sua ultima confessione a Live non è stata la D’Urso. Che problema ha Miguel Bosè? Il cantante/attore è davvero così cattivo? Nella puntata finale di Live, Non è la D’Urso è stata svelata la verità sullo stato di salute del cantante spagnolo.

Lo scorso gennaio una foto di Migule Bosè è diventata virale e ha suscitato preoccupazione tra i suoi devoti follower. Uno sguardo vuoto e un viso pallido. Molte persone sono preoccupate per la salute del cantante. In ogni caso, il messaggio del suo equipaggio ha fornito in seguito delle garanzie. La situazione con Miguel Bosè è tranquilla e sotto controllo. Nel corso della puntata finale di oggi (in onda mercoledì 19 giugno) la verità viene consegnata a casa di Barbara D’Urso.

Ecco i pronostici per Live, Non è la D’Urso del 19 giugno 2019:

Prati-Gate non è solo. Barbara D’Urso ha deciso di concludere la diretta della serie del 19 giugno invitando l’artista internazionale Miguel Bosè ad esibirsi nella puntata finale di “Live-Non è la D’Urso” su Canale 5. La superstar spagnola, che ha storia con l’autista: “Una persona straordinaria, dolce, affascinante, fantastica che è uno di quei ragazzi che ti portano fiori.

La sua rottura con Nacho Palau, seguita dalla battaglia per la custodia dei quattro figli surrogati della coppia, è stata oggetto di Molto dibattito. “Miguel, voto mille”, avevano detto di lui la D’Urso. Ma le voci sulla salute di Bosè in Spagna negli ultimi mesi sono un’altra cosa. Si sentirà meglio dopo aver respirato l’aria d’Italia, la sua “seconda casa”.

Televisione chicIl controverso cantante Miguel Bosé ha fatto chiarezza sulla sua storia di omosessualità. Fu nel programma TVE “Cover Night” che uno degli aspiranti, Fredrik Strand, ammise di possedere questo talento. Miguel Bosé ha detto a Chanel: “Io sono”, confermando la sinestesia dell’artista.

La Sinevisia provoca strani effetti su chi ne è affetto. Alcune persone assaporano le parole, mentre altre vedono solo l’arcobaleno delle lettere. Anche gli interpreti musicali che scelgono una tonalità più rossa possono dare al dolore e alla passione un’espressione tangibile. È una qualità con un nome di malattia che molti artisti ammirano perché ispira originalità.

Un ‘dono’ o un modo di percepire il mondo che permette di vedere suoni:

Sentire colori e assaporare parole. “Quando qualcuno soffre di sinestesia, i percorsi che collegano ciascuno dei suoi sensi al cervello funzionano in modo diverso rispetto alla maggior parte delle persone”, spiega il neuroscienziato e vicepresidente della Società Spagnola di Neurologia (SEN), Dr. Jess Porta.

In termini più semplici, è l’esperienza di percepire un senso come analogo a un altro; “Per esempio, sentire una nota musicale e farla interpretare al nostro cervello come un colore”, come dice un neuroscienziato.

Più del 4% della popolazione mondiale soffre di sinestesia, che non è una malattia ma piuttosto un modo di percepire il mondo. Anche se ci sono molte persone che danno suggerimenti. Non è disonesto immaginare una prugna gialla quando pensi a una prugna

Studi in questo settore hanno dimostrato che ciò potrebbe essere il risultato di una maggiore attività in specifiche regioni del cervello, come il sistema limbico (il sistema primario responsabile della vita emotiva e della formazione della memoria) o le aree del cervello responsabili dell’elaborazione del colore. Inoltre, “la sua componente genetica è nota”, afferma il neurologo.

Ci sono due ipotesi che possono aiutarci a dare un senso alla connessione tra sinestesia e originalità. In primo luogo, “chi interpreta le cose diversamente fin da piccolo sviluppa un cervello molto più plastico, con una maggiore capacità di realizzare metafore o di sfruttare la parte creativa”, come afferma il vicepresidente della SEN. In secondo luogo, è per motivi di visibilità. creiamo l’associazione tra creatività e sinestesia”.

Per quanto riguarda la giornata tipo di queste persone. Gli esiti negativi sono rari quando una malattia non viene trattata. Gli studi rilevano che le persone con sinestesia possono sperimentare esaurimento o stress a causa di un sovraccarico di stimoli e sovraccarico sensoriale durante il giorno, ma di conseguenza la stragrande maggioranza non noterà alcun cambiamento nella propria routine.

Porta dice: “La sinestesia è qualcosa di naturale e:

Poiché non viene trattata come una malattia, di solito non ha alcun effetto negativo.” A volte le persone si chiedono perché il numero otto è blu o la nota Re è nella tonalità verde pistacchio quando sentono una persona famosa o qualcuno che conoscono parlare delle proprie esperienze o sensibilità.

Altri includono quelli con visione grafema-colore (la capacità di vedere parole o numeri come un unico colore) e cromestesia (la capacità di percepire i colori quando si sentono determinati toni o viceversa).

Come entità fisica rappresentata da blocchi di varie dimensionie colori che cambiano aspetto a seconda del loro carico, la sinestesia può influenzare anche la nostra percezione del tempo e dello spazio. O autistico-tattile, in cui l’individuo sperimenta sensazioni fisiche quando sente suoni particolari, o lessico-gustativo, in cui l’individuo percepisce sapori quando sente una parola. O addirittura avere la capacità di conferire personalità a un simbolo.

Sia arte che sottigliezza, o peccato e sottigliezza. Rapporti che si possono ipotizzare apprendendo quanti artisti affermano di esserlo. Inoltre, le persone che non sono emotivamente vulnerabili combinano regolarmente sensazioni con parole, strutture e colori. Molte espressioni spagnole comuni, come “amarillo chillón”, “ásperas palabras” e “dulce mirada”, hanno le loro radici in un sinestésico. Nel corso della storia, questo fenomeno è stato interpretato nel campo degli artisti come un dono per l’innovazione creativa.

Vladimir Nabokov, l’autore russo di Lolita:

Una volta disse in un’intervista che “aveva un dono anomalo che gli permetteva di vedere le lettere dell’alfabeto a colori”, e l’artista francese Charles Baudelaire collegò odori e suoni nella sua scrittura.

Pittori famosi come Vincent Van Gogh e Wassily Kandinsky abbelliscono le pareti dei musei con uno splendore che potrebbe perdersi ad un occhio inesperto. Stevie Wonder, in un’intervista privata, disse che gli piaceva la sua sinestesia e disse di aver dato quel titolo alla sua canzone “The Purple Chord” perché vedeva il colore viola quando sentiva quel particolare accordo.

Pharrell Williams ha aggiunto la sua voce al ritornello, dicendo che i colori del suo singolo di successo “Happy” sono “amarillo con accenti di mostaza e sorbete di naranja”. Lady Gaga è una compagna di sinestesie.

Inoltre, ci sono persone come Kanye West e Jimi Hendrix che affermano di vedere colori e forme quando compongono o ascoltano musica, e ringraziano queste figure per la loro ispirazione. Negli ultimi tempi i social media sono stati in fermento con speculazioni sulla salute e la buona sorte di Miguel Bosè ; ecco, finalmente, la verità.

Miguel Bose Malattia

Recenti notizie affermano che il musicista:

Attore ed ex ballerino di origine spagnola, residente in Italia, Luis Miguel Luchino González Domingun, meglio conosciuto con il nome d’arte Miguel Bosè, è deceduto. L’uomo ha cantato un’ampia varietà di canzoni ed è stato riconosciuto come un’icona culturale negli anni ’80, quando la sua popolarità raggiunse il picco.

Il motivo è che voci sulla sua salute e sulla sua morte hanno cominciato a diffondersi online, soprattutto sui social media. Si era diffusa la notizia della morte del figlio di Lucia Bosè, e non era la prima volta che accadeva una cosa del genere.

In realtà quello che è stato evidenziato è il fatto che la doppia cittadinanza italo-spagnola è assente dal mondo dello spettacolo da diverso tempo. Si può quindi dire con certezza che Miguel Bosè è ancora vivo e vegeto, ma ha deciso di prendersi una pausa dalla vista del pubblico per il momento. Il fatto che il cantante non si veda più dalla televisione italiana da molti anni lo testimonia e conferma la sua decisione di evitare il piccolo schermo.

Il Miguel Bosé di oggi lo è:

Quindi, chiediamo quale sia l’obiettivo finale di Miguel e le sue attività attuali. Si è già detto, e probabilmente non è la prima volta, che in Italia non solo si perdono le tracce del cantante, ma ci si è abituati a diffondere false informazioni sulla sua salute. Tuttavia, ha sempre avuto una scelta. Una scelta che ha sempre comportato l’allontanamento dal televisore e dai suoi simboli.

Tuttavia, negli ultimi anni, il regista di Operazione Trionfo ha lavorato su altri progetti, tra cui quello di diventare un registratore teatrale, attività e ruolo in cui ha debuttato parecchio tempo fa, raccogliendo qualche apprezzamento da parte di pubblico e critica.

Inoltre, Miguel Bosè ha pubblicato ultimamente un album solista:

Che non rifugge dalla sua carriera di cantante. Ha spinto per la pubblicazione della sua autobiografia più di chiunque altro. Senza ombra di dubbio, un libro ricco di aneddoti, storie e reminiscenze personali e professionali del cantante. Episodi fino a quel momento sconosciuti al grande pubblico. Quindi i fan del figlio di Lucia Bosè possono tirare un sospiro di sollievo; ha semplicemente scelto di lavorare dietro le quinte.

Tutta questa attenzione, però, ha dimostrato quanto la lingua spagnola sia una vera icona. Vale la pena ricordare che ha vinto ben tre volte durante le sue apparizioni al Festivalbar. Poi, ovviamente, c’è il suo ruolo dietro le quinte di innumerevoli quintetti italiani, incluso almeno un Festival di Sanremo.

Sarebbe negligente da parte mia non includere nell’edizione serale di Amici di Maria De Filippi la/e stagione/i in cui Miguel Bosè ha allenato una squadra. Insomma, qualcosa che lo ha reso relativamente sconosciuto nel nostro paese. Dopo anni di silenzio, Miguel Bosé si apre in una lunga intervista con Jordi Évole, parlando della sua lotta contro l’abuso di droga, gli eccessi, laLa rottura del suo matrimonio con Nacho Palau, l’allontanamento dai suoi figli, la morte di sua madre e il suo covido negazionismo.

Dalla richiesta resa pubblica dal quotidiano spagnolo El Pais di condurre l’intervista senza indossare la maschera, ribadendo la sua posizione anti-pandemia. C’è un tacito accordo su una partitura segreta per pianoforte. La verità è non credere di averlo; lo sta avendo. Il cantante Rob Reiner afferma: “Sono un negoziatore; è una posizione che tengo in grande considerazione” dopo aver ammesso di aver vissuto “anni selvaggi” negli anni ’80 e ’90 , sputi selvatici, sostanze…” e “pensava che fosse una parte necessaria, connessa alla creatività” finché non rinvenne.

Ho lavorato fino a quasi due grammi al giorno:

Con fumo d’erbe ed ecstasy. Ho rovinato tutto in un giorno, sette anni fa. Bosé ha anche ammesso che i suoi problemi di voce di lunga data derivano dallo scioglimento del suo matrimonio e dalla cura dei suoi quattro figli. La mia voce va e viene. È radicato nel sentimento. Ho iniziato a perderla quando ho iniziato a perdere la mia famiglia. “Non ero pronto”, dice il narratore.

Quando la mia relazione ha iniziato ad andare male, quando l’amore è svanito, quando l’amicizia è svanita, quando l’ammirazione è svanita, quando tutto è crollato, ho dovuto essere discreto, responsabile e sufficientemente istruito per resistere per tutta la vita. Ma poi tutto esplode e cominciano i problemi; una delle mie era la mia voce.

Ora posso parlare, ma la mia voce non c’è più. C’è stato anche tempo per parlare della sua famiglia d’origine, tra cui suo padre, il torero Luis Miguel Domingun, e sua madre, Lucia Bosé, scomparsa recentemente a causa degli effetti del covid e di cui ha negato la morte sostenendo che la poliomielite non era causata dalla poliomielite. causato dal coronavirus.

Miguel Bose Malattia
Miguel Bose Malattia
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!