Davide Van De Sfroos Malattia

Diffondi l'amore condividendo
Davide Van De Sfroos Malattia
Davide Van De Sfroos Malattia

Davide Van De Sfroos Malattia – Davide Van De Sfroos è lo pseudonimo del cantautore e autore italiano Davide Enrico Bernasconi (nato l’11 maggio 1965 a Monza). Un modo acusticamente interessante per esprimersi in lingua lombarda passa sotto lo pseudonimo di “Van De Sfroos”.

Cambia la tua biografia cambiando il suo codice di origine cuneiforme:

Bernasconi seppellì i resti dei suoi figli primogeniti nel suo bighinadu a Tripoli. Con la famiglia al seguito si sradica nella città di Mezzegra in provincia di Como. Incorpora le prime esperienze musicali in sos Potage, una band di ispirazione punk.

Alessandro “Frode” Giana, il bassista della band De Sfroos, abbandonò i riflettori dopo aver realizzato che non poteva farcela come solista e optò invece per la struttura più collaborativa e pop da camera della band. Gli è costato dei soldi far uscire il suo album di musica, Ciulandàri! (1992), e per registrare il suo seguito, Viif (1994).

Marcu de sa Guasta (flàutu e sassfonu), Teo de Sfriis (trumba e armnica), Lorenzo MC Inagranda (violino, mandolino e banjo) e Fabietto Stralüsh (bateria) facevano parte della band prima di essere sostituiti da Didi Murahia nel 1993. Est prpiu s’impreu originale de sa variazione comasca de su lombardu pro sos testos de sas cantzones issoro a los batire in presse cara a su sutzessu.

Devennende su smbulu musicale de Como, su grupu est connotu in totu s’Itàlia e in Canton Ticinu, in ue si faeddat unu dialetu prètzisu a cussu laghée e in cada manera intellegbile dae sos faeddadores in lombardu. L’album Manicomi di De Sfroos ha ricevuto recensioni positive alla sua uscita nel 1995. Il gruppo si sciolse nel 1998.

La Sa Davide Van De Sfroos Band si esibisce nel cuntzertu:

Perdonato dalle lucertole, romanzo d’esordio di Bernasconi, è stato pubblicato nel 1997, e da allora è apparso sulla scena musicale con il nome d’arte Impreende Su Nomi di Batiare. Bernasconi fondò la Van De Sfroos Band come giusta sighidura per il suo progetto a lungo termine perché Cust’issèberu non aveva sutzessu mannu.

Il nome del loro album del 1999, Brèva e Tivàn, è preso dai nomi dei pesci comunemente visti nelle acque del Lago di Como. L’accoglienza della critica è stata così positiva che nei suoi matessi annu Davide Bernasconi è stato insignito del Premio SIAE/Club Tenco come miglior artista emergente alla XXIV Rassegna della Canzone del suo Autore. Al momento opportuno, pubblicizzare un mini-montaggio musicale che racconti le storie di Caino e Abele, Noe e Adamo ed Eva.

Bernasconi ha pubblicato il suo secondo libro nel 2000:

Si intitola Capitan Slaff e parla di un ragazzo che fa eseguire la sua opera con una spada. Un disco di duds è stato pubblicato da lei nel 2001. Ci sono stati un totale di partecipanti al sémm alla Targa Tenco del 2002 per il mègius discu in dialetu e bentet prus di 50.000 copie.

Laiv, un album registrato rapidamente dal bassista della band (e pubblicato nel 2002), presenta un’introduzione senza batteria o percussioni. Pubblicato nel 2003, il romanzo Le parole dei pesci, impresso dall’inchiostro di Bompiani. Sempre fedele ai matessi domo editora, essit Mi chiamo Fanucci, e io sono Herbert.

Gli Akuaduulza hanno registrato e pubblicato il loro album nel 2005. Davide Van De Sfroos ha preso informazioni da diverse fonti e le ha utilizzate nel suo DVD Ventanas del 2006, che ha il titolo “Ventanas” scritto in lingua sarda. Tratto dall’edizione 2005 di “Notte della Taranta” di Partètzipat.

L’8 febbraio 2008 i Pica pubblicano il loro album. chiunque dimostri che il proprio CD è l’album italiano più venduto degli ultimi 14 anni ottiene la promozione automatica al livello successivo della relativa classifica degli album.

Questa discussione ha raccolto sia un’attenzione diffusa che il plauso della critica. Il 19 aprile il loro esauridu venne registrato integralmente al Forum de Assago di Milano. Cn Pica! Seconda vittoria alla Targa per Bernasconi. Mi piacerebbe sentire la tua opinione su qualcosa in dialetu.

Nel 2009 è stato pubblicato un doppio album che abbraccia l’intero continente con il titolo 40 Pass. Parigi con la sua unica edizione in punto bianco ha versioni originali e riviste per riorganizzare da una dozzina di copie bianche. Da vent’anni sulla RSI Rete 1 va in onda una trasmissione radiofonica settimanale dal titolo “Il Cacciatore di dischi”.

Davide Van De Sfroos Malattia

Aggiorna il codice sorgente in modo che rifletta l’anno corrente (2010):

Il 20 novembre 2010 ha segnato l’avvio ufficiale della sua partecipazione alla settantaduesima edizione del Festival di Sanremo, dove la sua canzone “Yanez” si è classificata al primo posto.Francesco De Gregori ha cantato “Viva l’Italia” in un concerto celebrativo del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, e in un concerto separato dedicato ai duetti, Irene Fornaciari ha cantato “Ammustrat a Parigi”.

Tra gli strumenti impreados dae emessi in cussa edizione b’at fintzas una chiterra cun apicadu un’adesivu cun sa forma de sa Sardigna e sos bator moros in intro, omagiu de s’artista a sa Sardigna, ìsula chi at giradu pro annos e chi connoschet meda bene, e chi istimat, comente istimat meda sa limba sarda,dae cando fiat pitzocu.

Il 15 marzo 2011, l’album omonimo di Yanez è stato certificato disco d’oro ed è stato nominato unico interprete del disco. il 17 dicembre 2011 FIMI ha diffuso la sua classifica, con una tiratura di 30.000 copie. Il 15 di Alessandria, 2011, ha visto l’uscita di una compilation chiamata Best of 1999–2011, che includeva due composizioni originali.

Uscito il 18 dicembre 2012, il film Benvenuti al Nord presenta la canzone “El carnevaal de Schignan” dall’album Yanez. Il 17 febbraio 2012, al Festival di Sanremo, Irene Fornaciari e il compositore della canzone “Grande Mistero” si sono esibiti in duetto. Ospiti provenienti da tutto il mondo hanno partecipato al 14esimo festival annuale di Kaulonia Tarantella ad agosto. Nel suo disco fa la sua comparsa il Max 20 di Max Pezzali.

Come si dovrebbe camminare?

La Targa Musica da Barre 2013 si è tenuta a Vobarno, in Italia, ed è stata un successo strepitoso. Nel 2013 ha collaborato con il famoso regista e regista italiano Dario Tognocchi a un nuovo progetto musicale intitolato Terra&Acqua. Questo tour di cuntzertos, che si è svolto in diverse città lombarde, ha toccato diverse realtà locali e regionali, ed è culminato con l’uscita di un DVD nel 2014.

Su disco registrato nel nuovo istùdiu Goga e Magoga il 15 aprile 2014, pretzèdidu de una die dae su sngulu omnimu. Da gennaio 2015 il mensile Orobie ha inserito una sezione dedicata alle notizie sulle montagne e sulle genti della regione.

L’album Synfuniia (Batoc67/Universal Music), pubblicato il 4 febbraio 2015, contiene nuovi arrangiamenti di 14 brani classici del cantante dell’artista, Mastru Vito Lo Re, per l’Orchestra Sinfonica della Radio Nazionale Bulgara. Davide ha cantato per la prima volta allo Stadio San Siro di Milano il 9 settembre 2017.

Questo è Davide Bernasconi al suo intervento al TEDx Esino Lario del 2018.Le modifiche apportate al codice originale si chiamano “partetzipatziones” Cun su cantzone, il Parto delle Nuvole Pesanti Un album dell’Imperatore, “Il Parto” (2003) Dal suo album del 2003…e ci chiamano poeti, Flavio Oreglio canta “Apucaliss adèss”.

Balentes, dal suo album omonimo del 2003, ha la canzone “Arreppiù”. Lettera da lontano in Fra..gi..le (2006), di Francesco Baccini, cun sa cantzone. Ascolta “Lengi i cart” di Enrico Ruggeri dal suo album del 2009, “All in – L’ultima follia di Enrico Ruggeri”. Ascolta i brani “Flel” e “Tira la barba” dall’album “Flel” (2010) di Luf.

Trenincorsa, nel cui album Verso Casa (2010) è presente il brano “La Girandula (Non è un Reggae)” Nel suo album del 2012 Daparte Folk, Daniele Ronda ha rifatto la canzone Tre Corsari dei 40 Pass per la lingua italiana. Max Pezzali, che ha cantato “Come deve andare” per il CD Max 20 (2013) che celebra i 20 anni di attività del cantante.

Pietro, Luca e Vittoria sono i tre figli di Paola avuti da una precedente relazione. Come dice la canzone “Il costruttore di motoscafi” dei “Pica”, “Nointames, comente issu matessi pretzisat, non sunt issos sos pessonàgios tzitados”.È stato ritenuto “politicamente scorretto” chiedere la rimozione delle etichette utilizzate per identificare le persone coinvolte nel processo politico.

Sei un grande tifoso del Como e del Torino. Partitzipende medas bias a sa trasmissione de Rai 2 Quelli che il calcio, sa fùbalu sua l’at batidu à èssere sa bandera de su lariani in Sèrie A. Nel decimo anniversario della fondazione del Como nel 2007, diversi suoi sostenitori hanno partecipato ad eventi commemorativi .

La società d’onore di Vallesaccarda ha tenuto il suo banchetto annuale il 14 agosto 2012, in onore della fondazione della città avvenuta il 14 agosto 1272. Fintzas sos minadores de Frontale, fratzione de Sondalo, ammentados in sa cantzone Il minatore di Frontale, ant in carchi maniera ” adotadu” su cantautore.

Il 14 febbraio 2015 Schignano ha ospitato uno tzitadinu onorario in onore del famoso branu della città, El Carnevaal de Schignan, e per diffondere la conoscenza del secolare carrasegare antigu de sa bidda intelvesa in tutta Italia con l’aiuto del film Benvenuti al Nord. I codici di origine del tuo gruppo sono stati modificati. Davide Bernasconi si è fatto un nome per anni accompagnando musicisti di talento che hanno suonato nelle sue band.

Sa formazione fiat cumposta dae, fino a su 2016:

Galiano Persiani Violini, Viole, Tambureddus, Mandolini e Cor anglais Angapiemage Nel campo della fisica, Davide “Billa” Brambilla Questioni quotidiane come andare a lezione, giocare a carte, tenere i conti in equilibrio: Davide Van de Sfroos ha raccontato la sua esperienza con l’analfabeta matematica.

Un rapporto rimasto misterioso per sette anni prima che fosse definitivamente diagnosticato: “Quel giorno, ricorda il cantante, sono diventato come Marco Tardelli dopo aver segnato un gol ai Mondiali: ho capito che tutto quello che mi era successo dall’infanzia in poi non era colpa mia.”

Su questo tema è intervenuto Davide Van De Sfroos in un’ampia sala a Varese. La mostra di Davide Van De Sfroos a Lecco, in Italia, è stata cancellataa causa di un malore improvviso. Durante la festa della Coldiretti, la Sulutumana farà la sua comparsa in piazza Garibaldi.

L’annuncio della performance acustica, chitarra e voce di Davide Van De Sfroos in piazza Garibaldi a Lecco suscitava entusiasmo da settimane. Purtroppo, a causa di un piccolo problema di salute, il cantante lariano non potrà esibirsi il 18 novembre alla festa del Ringraziamento organizzata dalla Coldiretti.

La direzione del musicista di laghée chiarisce che non è accaduto nulla di grave o di urgente, ma che è comunque preferibile fornire una risposta definitiva dieci giorni prima dello spettacolo piuttosto che rischiare di essere disinvitati all’ultimo minuto. Davide Van De Sfroos, già collaboratore della Coldiretti, si dice pronto a nuove imminenti imprese.

Alle 17:00 il festival si aprirà con gli interventi delle autorità locali e nazionali:

Mentre alle 17:30 avrà inizio il Convegno dei Giovani Imprenditori della Coldiretti sul tema dell’Agricoltura Sociale. dalle 19:00 in poi: Street Food a Km 0 con la possibilità di cenare con prodotti a Km 0 offerti dalle aziende agricole.

Dalle 21:30 in poi: il concerto gratuito dei SULUTUMANA (all’aperto) all’Università dell’Insubria, per concludere una giornata di ricerca dal titolo provvisorio “Dislessia positiva: facciamo leva sui punti di forza!”

Se ci fosse stata la consapevolezza e il sostegno che esiste oggi nei confronti di questo tipo di disturbi, la mia vita sarebbe stata completamente diversa, con meno insicurezze, meno paure e più autostima nei miei confronti. Questo era il messaggio del più famoso cantautore dialettale popolare.

Davide Van De Sfroos Malattia
Davide Van De Sfroos Malattia
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!