Cristina Seymandi Ha Una Figlia

Diffondi l'amore condividendo
Cristina Seymandi Ha Una Figlia
Cristina Seymandi Ha Una Figlia

Cristina Seymandi Ha Una Figlia – Torino, l’imprenditore Seymandi e il video che ha scosso la città nel profondo «Denunciare? Penso a mia figlia Amara sorride per motivi diversi dalla moderazione e dal buon gusto nella sciabolatura. Quella notte Cristina Seymandi non riusciva a muoversi perché sconvolta da quello che le aveva detto il suo futuro ex marito, Massimo Segre: «Quando ha iniziato a parlare, ho pensato che fosse uno scherzo. è stato bloccato in galera.

L’atto di violenza è stato eclatante e fuori dal personaggio. Per evitare di discutere i commenti, sottolinea “sui social”, “parole e frasi oscene: se accadesse la stessa cosa a ruoli invertiti, le risposte sarebbero molto diverse .” Ma io sono una donna, e questo fa tutta la differenza del mondo.

Che succede, eh, Lady Seymour?

Sono esausto. Ricevo decine di chiamate durante la giornata, ma non posso rispondere a tutte perché esco di casa per andare al lavoro e poi torno a casa. È ora di portare avanti questa azienda.

Cosa ha pensato Massimo Segre quando ha iniziato a leggere quel parruccone?

Era solo uno scherzo, in realtà. Fin dalle prime parole ho avuto l’impressione che fosse tutto pronto, ma in un senso diverso. Ma più andavo avanti e più diventavo impietrita. Non ascolto più, per curiosità: perché l’urlo?

Non ti è passato per la testa il pensiero di dargli un ceffone?

Sono rimasto scioccato perché non sono una persona aggressiva. Ripetutamente: scioccata, per quello che diceva, proprio lì davanti a tutti. Dubito seriamente che una cosa del genere sia mai successa a nessuno prima.

È più ignara o irritata?

Sono semplice e senza parole. Le sue parole, “Ti lascio la libertà”, sembrano strane. Insomma, quella conversazione è stata un atto violento.

Cosa l’ha ferita di più esattamente?

Guardi, ci tenevamo molto l’uno all’altro; eravamo una famiglia unita a casa e al lavoro. Io, lui e la mia bambina. E Un livello di violenza incredibilmente pesante. I cui follower hanno postato commenti ottusi sui propri social. E non senza una buona ragione».

Overo?

E se accadesse il contrario?” Immagino che ognuno, a cominciare dalle sue conoscenze sociali, avrebbe reagito a modo suo. Invece, mi identifico come una donna. E tutto è cambiato dopo. Ma se questo aiuta a cambiare le cose per le donne, interpreterò volentieri il ruolo di un agente di spionaggio.

Qualcuno sospetta che la nota che ha ricevuto dal suo ex collega sia stata scritta da un avvocato; cosa ne pensi di questo?

L’avvocato è stato ovviamente sbadato se è andata così. Massimo non sembrava se stesso in quel momento; era molto freddo nei suoi discorsi e nelle sue dichiarazioni.

Non era la persona che conosceva?

Assolutamente. Nella vita, essere massiccio è come essere riservato, buono, unico. Eri la persona migliore che avessi mai incontrato.

Se ci fosse una lista dei peggiori, quale sarebbe in fondo?

Se c’era qualcosa che non funzionava, avremmo potuto parlarne e forse anche coinvolgermi. Quindi, in pratica, avresti potuto provare ad avviare una conversazione con me. Forse arriveremo alle stesse conclusioni, ma in modo completamente un modo differente.

A contrario, eh?

Ha preferito fare così, buttando tutto in piazza e provocando tanto dolore a tutti, e non capisco perché. Non mi è sembrato che fosse manipolato in alcun modo. riga può essere risolto in altri modi.

Quale sarà la causa?

Non lo so, vedremo. Leggo sempre tante cose diverse. Ora voglio solo rilassarmi e prendermi cura di mia figlia. Il notiziario del Quotidiano di Torino Se vuoi essere sempre aggiornato sulle novità di Torino e del resto del Piemonte, iscriviti alla newsletter del Corriere Torino. Arriverà quotidianamente nella tua casella di posta alle 7 del mattino. in programma per annunciare il loro fidanzamento.

Chiara Appendino, ex assistente dell’ex sindaco e attuale sostenitrice del candidato sindaco centrista di Torino Paolo Damilano, potrebbe fare ben poco per fermare il sabotaggio ordinato dall’uomo della sua vita privata. E ora, come conferma a La Stampa, sta valutando se difendersi in tribunale dalle accuse di un uomo che, nelle parole di Seymandi, dovrebbe “pensare con la testa” quando si tratta di tradizioni.

Seymandi è la figlia di 47 anni di un importante imprenditore del capoluogo piemontese. A lungo dedicato a inseguimenti simultanei in politica e affari. Durante l’amministrazione Appendino, il suo oppI cittadini la chiamavano “studiava da sindaca”, in riferimento alle sue ambizioni di sostituire la rappresentante dei 5 stelle a Palazzo Civico.

Secondo l’ultima pagina del quotidiano torinese, sarebbe stato il più caparbio dei grillini della città a bloccare in partenza questa opzione. Seymandi ha quindi deciso di passare dalla squadra di Appendino a quella del candidato civico di centrosinistra Paolo Damilano.

Per giustificare il passaggio, ha detto:

Non posso dire che i 5 Stelle non abbiano apprezzato il mio lavoro, ma non mi hanno chiesto di candidarmi”. Tuttavia, la campagna di rielezione non è andata bene per lei, poiché è riuscita a raccogliere solo 318 voti come candidata alla vicepresidenza. Damilano le aveva promesso la carica di vicepresidente se fosse stato eletto, ma ha perso le elezioni in uno scrutinio ravvicinato a favore del candidato di centrosinistra Stefano Lo Russo.

La vendetta di Lo Russo per le malefatte di Seymandi mentre era alle dipendenze di Appendino
Lo stesso sindaco attuale è stato molto critico nei confronti del lavoro di Seymandi, avendo servito come aiutante dell’opposizione durante l’amministrazione Appendino. Lo Russo ha chiesto informazioni sui criteri di selezione e sui requisiti per l’assistente durante un colloquio con il regista esordiente nel 2020.

L’argomento discusso riguardava la presunta partecipazione di Seymandi ad attività extrascolastiche durante le ore di lavoro in Comune, attività per le quali veniva pagato dai contribuenti torinesi. L’attuale capo della polizia aveva chiuso così l’indagine: “Cosa sta trattenendo lì il dottor Seymandi?” È un mistero di fede.

Faccio davvero fatica a capitolare davanti a lui. Cosa ha prodotto tutta questa partecipazione civica, per la quale paghiamo centinaia di milioni di euro di sussidi? Ma al di là di quanto ha prodotto e concluso, mi interesserebbe molto capire perché non abbia mai risposto alla domanda. Sa, Sindaca Appendino, se tutte le attività del dottor Seymandi nell’ambito del Coordinamento Civico Torino si sono svolte durante o al di fuori dell’orario di lavoro? Viene effettuata una chiamata di cortesia se è scritta nella replica.

Gli affari e la proprietà toscana di Pino:

Dopo cinque anni di lavoro ai più alti livelli del governo municipale, Seymandi si è lanciata nell’imprenditoria. Questo nonostante il fatto che i suoi genitori siano politici di spicco. amministratore delegato e titolare dell’80% delle azioni Savio, azienda di Segre che produce hardware per la sicurezza e impiega direttamente oltre 150 persone. Possiede inoltre l’80% delle azioni della società di consulenza Igourmet srl.

Directa Service è una filiale di Directa Sim, una società di trading online fondata da Segre, e Brainscapital, dove ricopre il ruolo di chief operating officer. Seymandi ha la proprietà inutilizzata di un immobile che ha 18 anni nella bellissima cittadina di Pino Torinese, che si colloca costantemente tra i comuni più ricchi d’Italia.

Il comune ha un totale di 6.095 contribuenti che portano una media di 38.441 euro all’anno. , e amministratore delegato di Directa SIM, nonché segretario generale e amministratore delegato della Fondazione Ricerca Molinette onlus.

Seymandi ha lavorato con la sua ex fidanzata, Maurizio Segre, il finanziere con cui è stato coinvolto dal 2020 fino a quando non l’ha abbandonata di fronte a tutti i loro invitati nel luglio 2023, poco prima che il loro matrimonio fosse programmato per ottobre. Attiva in politica (ha sostenuto Chiara Appendino come portavoce ufficiale del sindaco di Torino). Una figlia è nata a La Seymandi da una precedente relazione. Suo padre è un imprenditore torinese di successo di nome Roberto Seymandi.

Cristina Seymandi ha raccontato al Corriere di non aver dormito per giorni dopo la loro festa di annuncio di matrimonio perché era così arrabbiata per le accuse di Maurizio SegreÈ stato davvero un lavoro sciatto. Ok, è ora di andare a letto.

Ho deciso di iniziare a vivere con una “distanza adeguata” e di prendermi una pausa se necessario. Seymandi ha continuato dicendo che mentre Segre lasciava il luogo della festa, che era anche la sua casa, era accompagnato da quattro guardie del corpo poiché aveva pianificato tutto in anticipo. Da sottolineare, la festa si è tenuta il giorno del compleanno di Cristina.

Cristina Seymandi Ha Una Figlia

Seymandi ha detto di Maurizio Segre:

Banchiere e finanziere torinese con due figli da una precedente relazione, «è un uomo molto vendicativo». La verità alla fine emergerà. Forse mi sento male per lui più che per me stessa. E poi per tutti gli altri che sono fuggiti da questo vizio in cui, in realtà, non hanno modo di entrare. Tutte le persone che ha citato sono creazioni completamente fittizie.

Dagospia potrebbe aver rivelato Crile presunte identità dei corteggiatori di stina, ma ha negato le accuse di infedeltà del suo ex fidanzato. Infatti, la stampa ha affermato: “I tradimenti? La domanda è “da che pulpito viene la predica”. Sembra che dopo l’incidente Seymandi abbia deciso di tutelarsi legalmente.

Seymandi ha completato la sua formazione classica a Valsalice, la scuola gestita dai Salesiani, è laureato in lettere moderne e ha iniziato la sua vita professionale come progettista culturale per le agenzie di rilancio del Piemonte. Il suo nome circolava da tempo come una delle più probabili candidate a sostituire Chiara Appendino come sindaco di Torino.

Secondo il Corriere di Torino, Seymandi ha dichiarato:

Dei 5 Stelle non posso dire che non abbiano apprezzato il mio lavoro, ma non mi hanno chiesto di candidarmi”. Questa mossa ha posizionato Seymandi nel centrosinistra del Partito Democratico. Ha lavorato per la città di Torino per un totale di cinque anni, prima sotto l’allora sindaco Alberto Unia e poi a fianco dell’Appendino. Poi è entrata a far parte della squadra del candidato comunale centrista Paolo Damilano.

Oggi Cristina Seymandi è ricordata soprattutto per una tragica storia d’amore. Indipendentemente da ciò, la donna ha alle spalle una carriera di successo che merita più attenzione dei meschini litigi che hanno afflitto la sua vita personale. Cristina Seymandi è una donna sulla quarantina che ha lavorato sia per l’ex sindacalista Appendino che per l’attuale candidato sindacale centrista Paolo Damilano. Stavano insieme dal 2020 e il loro matrimonio era stato rinviato due volte (grazie, Covid).

Dopo molte riflessioni, la felice coppia ha deciso di sposarsi in autunno e hanno organizzato un sontuoso ricevimento di nozze per 150 invitati in uno dei paesi più remoti delle colline sopra Torino. Almeno non nei suoi piani. Cristina, splendente in un elaborato abito bianco, era imbarazzata nel presentare il suo fidanzato ai suoi amici e alla sua famiglia dopo aver appreso della sua lunga lista di presunti corteggiatori.

Una sconfitta prima di Temptation Island è più probabile che un’accoglienza riuscita a Torino. Chi sono esattamente i protagonisti di questa storia d’amore rosa? Cristina Seymandi, 47 anni, è figlia di un importante uomo d’affari torinese, quindi ha sempre avuto un vivo interesse per la politica e gli affari.

Tanto che, come riporta il Corriere della Sera:

A un certo punto si è ipotizzato che potesse sostituire Chiara Appendino sulla poltrona di capoluogo. Tuttavia, dopo ciò, nessuno ha intrapreso alcuna azione. Dopo cinque anni in politica, decide di passare al mondo degli affari e viene nominata vice amministratore di Savio, azienda di accessori per la sicurezza con 153 dipendenti e legata all’ormai ex fidanzato Massimo Segre, che è stato anche presidente della Fondazione Molinette per la ricerca .

L’imprenditore e banchiere torinese Massimo Segre ha 64 anni. Sua madre era la leggendaria socia in affari di Carlo De Benedetti, Franca Bruna Segre. Ha aiutato Carlo in tutti i suoi affari finanziari più importanti. È a capo del gruppo di ricerca Crocetta ed è recentemente tornato alla carica di amministratore delegato di Directa Sim, la società capogruppo del quotidiano Domani.

La discussione tradizionale:

Dopo quella che sembra essere stata una serena serata di balli e ascolto di musica, la coppia è salita sul palco per scambiarsi gli auguri con il dj. Cristina ha aperto la serata ringraziando tutti coloro che l’hanno aiutata a organizzare l’evento. Pertanto, la parola “matrimonio” è stata affermata. E ora è arrivata la fine del mondo. Ha saputo che Segre ha appena detto al suo presunto amante, “Vai dal tuo avvocato”, che da stasera sono ufficialmente finiti.

Cristina Seymandi Ha Una Figlia
Cristina Seymandi Ha Una Figlia
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!