Bruce Willis Malattia: Il viaggio di Bruce Willis contro la demenza frontotemporale (FTD)

Diffondi l'amore condividendo
Bruce Willis Malattia
Bruce Willis Malattia

Bruce Willis Malattia – Bruce Willis, il re di film d’azione come Die Hard e Pulp Fiction, ultimamente si trova ad affrontare un dilemma di salute. Nel 2022, la sua famiglia ha annunciato che si ritirerà dalla recitazione a causa di uno specifico problema di salute.

La diagnosi includeva l’afasia, un disturbo neurologico che influisce sulla comunicazione. Nel febbraio 2023, la sua famiglia ha rivelato che la sua malattia, che inizialmente causava afasia, è progredita in demenza frontotemporale (FTD), un gruppo di disturbi cerebrali correlati.

Che cos’è la demenza di primo livello (FTD)?

Le demenze frontotemporali (FTD) sono un raro gruppo di disturbi neurologici che influenzano la capacità delle persone di pianificare in anticipo, interagire socialmente e prendere decisioni valide. Sfortunatamente, questa condizione è ormai incurabile e potrà solo peggiorare nel tempo a causa della sua natura progressiva. I sintomi della demenza frontotemporale (FTD) sono specifici della condizione e dipendenti dal livello. Gli indicatori comuni includono:

Cambiamenti di personalità e comportamento Disorientamento e dimenticanza Cambiamenti nel comportamento sociale e nell’empatia, problemi con le capacità motorie e di coordinazione, difficoltà nel risolvere problemi e prendere decisioni e difficoltà con tutti i tipi di comunicazione.

Aggiornamento sulla salute di Bruce Willis

Secondo i suoi cari, i problemi cognitivi di Bruce Willis, tra cui dimenticanza, disorientamento e difficoltà di comunicazione, gli hanno reso difficile continuare a esibirsi. Sua figlia Rumer Willis ha parlato pubblicamente della lotta del padre contro l’afasia, descrivendola come un percorso “davvero difficile” per la famiglia. Nel febbraio 2023, la sua famiglia aveva appreso che era passato alla FTD a causa della sua malattia. La memoria, la parola e la risoluzione dei problemi erano tutte aree in cui, secondo quanto riferito, aveva maggiori difficoltà.

Risultati rilevanti per la sua carriera

La malattia di Bruce Willis ha avuto effetti devastanti sulla sua carriera di attore. È stato costretto a ritirarsi dalla recitazione dopo oltre 40 anni di attività. Nonostante le difficoltà sorte a seguito di questo nuovo capitolo, la sua famiglia ha ringraziato i fan e l’industria dell’intrattenimento per il loro sostegno.

Esistente insieme a FTD

Avere FTD richiede un forte senso di comunità, perseveranza e forza interiore. I pazienti affetti da FTD spesso sperimentano un declino delle loro capacità cognitive e sociali, che può essere difficile sia per il paziente che per i suoi cari. Attraverso l’utilizzo di servizi e supporto adeguati, gli individui affetti da FTD hanno il potenziale per adattarsi e acquisire nuove abilità sociali.

Difendere e assistere

Bruce ha ricevuto il sostegno pubblico dalla famiglia Willis, che si è anche unita alla lotta per attirare l’attenzione sull’FTD. Rumer, sua figlia, ha parlato dell’importanza della consapevolezza della FTD e della necessità di avere risorse disponibili per aiutare coloro che ne soffrono. Gli sforzi dell’Associazione per la degenerazione frontotemporale (AFTD) sono stati molto utili anche per le famiglie e gli individui affetti da demenza frontotemporale (FTD).

Trovare il tuo equilibrio con FTD

La FTD è una condizione complessa che colpisce le persone in molti modi. La diagnosi può essere difficile perché i sintomi sono simili a quelli di altri disturbi neurologici. A dire il vero, con le giuste cure mediche e il supporto sociale, le persone affette da FTD possono migliorare la loro qualità di vita e avere meno sintomi gravi.

Università e sanità

La ricerca di un trattamento o di una cura per la FTD è un impegno continuo, con numerosi studi clinici in corso e ricercatori che lavorano instancabilmente per raggiungere questo obiettivo. Inoltre, esistono numerose organizzazioni che forniscono supporto alle persone colpite da FTD e ai loro cari; la malattia testicolare della famiglia americana (AFTD) è solo una di queste.

La battaglia di Bruce Willis contro la FTD dovrebbe motivarci a dare priorità alla nostra salute. La nostra comprensione della FTD sta crescendo e, di conseguenza, possiamo lavorare per migliorare il mondo per coloro che convivono con la malattia e per le loro famiglie. Invio i migliori auguri a Bruce Willis e alla sua famiglia mentre intraprendono questo prossimo capitolo della loro vita.

Anche se è una malattia neurodegenerativa senza cura, la demenza frontotemporale (FTD) riceve molta meno attenzione da parte del pubblico rispetto alla SLA e all’Alzheimer messi insieme. Quando l’attore americano Bruce Willis rivelò la condizione che lo aveva costretto a ritirarsi dalle scene lo scorso febbraio, portò all’attenzione di molte persone il cancro e purtroppo si identificò con esso.

Mentre festeggia il suo 69esimo compleanno il 19 marzo, l’attore è circondato dalla sua grande famiglia oggi nella sua casa di Los Angeles. In occasione del Ringraziamento, ha pubblicato una foto di tutti i suoi figli: Rumer, Scout e Tallulah (nati dal suo primo matrimonio con Willis), così come Mabel ed Evelyn (nati dal suo secondo matrimonio con Emma Heming).

Film come Pulp Fiction, Armageddon e The Crystal Glass vedevano l’attore come protagonista. Era presente anche la sua ex moglie Demi Moore; è rimasto in contatto con lei e ha contato su di lei per il sostegno durante questo periodo difficile. Agli ammiratori dell’attore è stato augurato un felice Ringraziamentong di Emma Hering, che li ha ringraziati per “questo tipo di amore” in una lettera aperta.

Non è stato facile per la famiglia Willis negli ultimi tempi. I sintomi dell’afasia sono comparsi per la prima volta alcuni anni fa e da allora Bruce ha avuto difficoltà. Per questo motivo ha dovuto lasciare il set e sottoporsi a una serie di test; la diagnosi di demenza frontotemporale è stata straziante.

Sua moglie Emma Heming ha recentemente rilasciato un’intervista in cui ha dettagliato i modi in cui la demenza frontotemporale ha colpito la loro famiglia, attirando l’attenzione sul costo mentale ed emotivo che deriva dal vedere una persona cara declinare nel tempo. Man mano che la salute di Bruce Willis peggiora, trascorrerà sempre meno tempo con i suoi cari. Per fortuna, la sua famiglia si è unita per sostenerlo e fornirgli le cure di cui ha bisogno.

Una recente istantanea su Instagram di una delle figlie mostra suo padre che le stringe la mano; sembra stanco e inespressivo nella foto. La nostra ipotesi migliore è che le condizioni di Willis stiano peggiorando; ha molte più difficoltà ad esprimersi e ad identificare volti familiari.

Sfortunatamente, al momento non esiste alcun farmaco in grado di fermare la progressione della malattia, ma l’attore è ancora in cura. Tuttavia, molti studi clinici attivi stanno testando nuove sostanze chimiche o trattamenti nella speranza di cambiare il futuro.

Una terapia genica mirata al gene della progranulina (GRN) è uno di questi approcci:

GRN è un gene che svolge un ruolo importante nell’insorgenza di diverse forme di demenza frontotemporale. Una copia funzionale del gene GRN viene impiantata nelle cellule utilizzando un vettore virale appositamente progettato, che aumenta i livelli di progranulina stimolando il cervello a produrre una maggiore quantità di proteina.

Oltre alla sede iniziale in Canada, il Montreal Neurological Hospital Institute, altre due strutture statunitensi, una in Brasile e una in Portogallo, parteciperanno alla ricerca clinica. A breve il protocollo sarà operativo all’Istituto Besta di Milano e tra le nazioni partecipanti ci sarà anche l’Italia.

In questo studio di Fase I/II valuteremo la sicurezza del trattamento in un piccolo campione di pazienti e cercheremo di capire quale dosaggio avrà il maggiore effetto terapeutico. L’idea che le persone con malattie terminali, come Bruce Willis, possano migliorare con questo trattamento è difficile da immaginare, ma se sperimentazioni di questo tipo avranno successo, non è escluso che un trattamento mirato per la malattia possa essere presto accessibile.

L’efficacia della terapia e la popolazione target finale rimangono al momento sconosciute. La combinazione di questo fattore con i test di diagnosi precoce può avere un impatto significativo sulla prognosi dei pazienti.

Il regista di “Il sesto senso” del 1999, Bruce Willis, ha parlato delle condizioni dell’attore qualche mese fa. Il famoso attore, che ha 69 anni, ha annunciato il suo ritiro nel marzo 2022 a causa della sua afasia. La sua diagnosi di demenza frontotemporale fu rivelata alla sua famiglia solo dopo che le sue condizioni erano peggiorate notevolmente, cioè un anno dopo.

Poiché il declino cognitivo di Bruce Willis limitava il suo tempo sul set a poche ore al giorno, le sue controfigure sono state in gran parte responsabili delle riprese del film del 2020 “Hard Kill” senza di lui. Inoltre, mentre maneggiava le armi truccate.

Doveva avere un assistente sempre al suo fianco e il set non poteva avere alcun oggetto di scena. I membri del cast e della troupe dei suoi film “Out of Death”, “Paradise City” e “Wrong Place” avrebbero dovuto sottoporsi a revisioni di personaggi e sceneggiature da parte del regista.

Bruce Willis è apparso in qualche film recente?

La malattia neurologica di Bruce Willis sta facendo passi da gigante. Secondo un insider, l’attore non mangia, non sa leggere né parlare e non conosce quasi nessuno. M.N. Shyamalan afferma, tuttavia, che Bruce “ha una famiglia molto affettuosa”. Si sta facendo tutto il possibile.

Nonostante conviva ogni giorno con la demenza frontotemporale, l’attuale moglie di Willis, Emma Heming, usa spesso i social media per condividere la sua storia nella speranza che possa aiutare altre famiglie ad affrontare disturbi neurologici come la sua. La pausa invernale è difficile. I festeggiamenti per l’anniversario, ha ammesso, sono difficili. Demi Moore, sua ex moglie dal 1987 al 2000, è un’altra persona a lui vicina.

La madre di tre ragazze nate dalla relazione con Bruce condivide anche con i suoi figli: “Quando lasci andare chi erano o cosa pensi che dovrebbero essere, o anche chi vorresti che fossero, puoi davvero rimanere nel presente e assorbire la gioia di essere ancora qui.”

Nessuno avrebbe potuto prevedere il precipitoso declino del potere da star di Bruce Willis che si verificò così rapidamente. I primi sintomi di declino cognitivo, tra cui demenza e afasia, vengono notati nel 2022. Due delle figlie dell’attore provengono dal suo matrimonio con Emma Heming e tre dal suo matrimonio con Demi Moore. Tuttavia, si è completamente dimenticato della sua ex moglie Demi Moore e ha difficoltà a relazionarsi con le sue figlie.

Dopo la terribile malattia neurologica del marito:

La modella Emma ha preso la sua voce e la sua memoria Heming Willis sta ora scrivendo un libro di memorie/manuale sul viaggio di lei e di suo marito attraverso questo mondo. Questa puntata della serie Open field di Maria Shriver sarà pubblicata dall’ex moglie di Arnold Schwarzenegger e nipote del presidente John Fitzgerald Kennedy.

La Heming ha ancora difficoltà a pronunciare la diagnosi, secondo un’intervista rilasciata per il blog di Maria Shriver, e scenari “purtroppo simili” vengono vissuti dai partner che si prendono cura di una persona cara affetta da demenza o da una malattia correlata.

Nel 2009, pochi anni dopo la separazione di Bruce Willis da Demi Moore, lui e sua moglie si sposarono. I medici hanno diagnosticato per la prima volta all’attore Die Hard un’afasia, un disturbo che causa problemi con la parola e il linguaggio, quando ha iniziato a mostrare segni per la prima volta nel 2022.

Un anno dopo, tuttavia, i medici cominciarono a fare riferimento alla demenza fronto-temporale; questa forma di demenza è definita da problemi con il controllo motorio, la parola e la regolazione emotiva. La moglie dell’attore aveva dichiarato a settembre di aver assunto per lui il ruolo di badante e confidente.

Secondo lei «Ora — ha raccontato al blog di Maria Shriver — ho molta più speranza che all’inizio». Se Bruce sia consapevole o meno della sua malattia è un argomento aperto. Il mio incredibile sistema di supporto mi ha aiutato a comprendere meglio la mia malattia. Inoltre, apprezzerei molto l’opportunità di aiutare gli altri trasmettendo le mie conoscenze.

Bruce Willis Malattia
Bruce Willis Malattia
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!