Amedeo Cinaglia Moglie

Diffondi l'amore condividendo
Amedeo Cinaglia Moglie
Amedeo Cinaglia Moglie

Amedeo Cinaglia Moglie – A fronte della concessione degli appalti per lo sviluppo del Porto Turistico di Roma nel territorio di Ostia, la serie racconta le azioni di diverse personalità coinvolte nelle attività criminali della città di Roma.

Per accorpare in un unico lotto alcuni terreni sul lungomare di Ostia, in parte di proprietà del Vaticano e in parte della famiglia Adami, il boss criminale della criminalità romana Samurai (ispirato da Massimo Carminati, ex criminale ed ex terrorista italiano) ha solo 21 giorni dopo le dimissioni del sindaco di Roma nel febbraio 2008.

Si tratta di un primo passo necessario ed essenziale affinché vi possa sorgere il Porto Turistico. Il traffico di droga (attività principale delle famiglie Adami e Anacleti) e l’ingresso nell’ambiente commerciale della capitale fanno dell’appalto per lo sviluppo del Porto Turistico un obiettivo appetibile per le mafie del Mezzogiorno.

Aureliano Adami spera di costruire uno chalet sul terreno di Ostia che apparteneva a sua madre prima che morisse molti anni fa. Vive con il risentito padre Tullio e la sorella Livia. In verità, Livia e suo padre tengono nascosta ad Aureliano la vendita dei terreni ai Samurai e il loro coinvolgimento nella vicenda di Porto perché sono fortemente contrari ai suoi piani.

L’altro personaggio principale, Spadino, appartiene alla famiglia Anacleti, di etnia Sinti, dedita allo strozzinaggio e in misura minore allo spaccio di droga, ma è disinteressato alle attività criminali organizzate dalla sua comunità e non accetta il ruolo attribuitogli dal fratello Manfredi e dalla madre che gli combinò il matrimonio con la figlia del patriarca di un’altra importante famiglia Sinti.

Spadino è omosessuale ma mantiene nascosto il suo orientamento alla famiglia. Il traffico di droga nella zona di Ostia è tradizionalmente controllato dalla famiglia Adami, con la quale la famiglia Anacleti è in contrasto per il controllo delle attività criminali nella regione.

Il terzo personaggio principale, Gabriele Marchilli, è il figlio di un agente di polizia che spera che suo figlio segua le sue orme e diventi un poliziotto. Sebbene viva con suo padre, frequenta segretamente il college e fornisce cocaina e MDMA a tutte le feste della ricca Roma, dove tra gli ospiti figurano politici, preti e criminali.

I Samurai lo utilizzano come pedina per raggiungere i propri obiettivi. La revisore dei conti senza scrupoli Sara Monaschi lavora per il Vaticano e gestisce insieme al marito un’attività interessata alla regione di Ostia, presa di mira dai samurai. Nonostante il suo lavoro in commissione e la sua integrità, Amedeo Cinaglia si sente sottovalutato dal partito di cui è iscritto.

È un politico e consigliere comunale del comune di Roma:

E ha un profondo senso del dovere verso l’elettore. Lotta con i propri principi e alla fine deve passare dalla parte dei Samurai per realizzare le sue ambizioni. Sara Monaschi, come nemica del Samurai, e Amedeo Cinaglia, come pedina, sono entrambi partecipanti riluttanti all’accordo sulla terra di Ostia.

Sono trascorsi tre mesi dalla conclusione della prima stagione e gli eventi del 14–22/23 giugno 2008 si svolgono nel periodo precedente alle elezioni del sindaco di Roma. Sono tempi cruciali per il futuro della città.

Il conflitto tra politici corrotti, Chiesa e criminalità organizzata si sta inasprendo in previsione di questa scadenza socialmente significativa. Rispetto alla prima stagione, incentrata sul Vaticano e sul territorio di Ostia, il “raggio d’azione” della seconda stagione è ampliato per l’importanza della lotta per il controllo sulla città di Roma. I personaggi sono tutti in lizza per il controllo e stanno diventando sempre più disperati nel tentativo di mantenerlo.

I personaggi della prima stagione sono tornati:

Ma si sono evoluti da quando gareggiavano per fama e fortuna nella capitale della nazione. Se gli episodi della prima stagione mostravano Aureliano, Lele e Spadino che cercavano di separarsi dai fratelli maggiori, dalle famiglie gravose e dai padri prepotenti, allora gli episodi della seconda stagione li mostrerebbero come adulti pienamente formati.

Essere adulti significa anche imparare a riconoscere e perseguire i propri desideri personali. Dato che la posta in gioco è molto più alta rispetto alla prima stagione, sono pronti a mostrare il loro coraggio e faranno di tutto per vincere.

Sono passati pochi giorni dal suicidio di Lele e Manfredi si è risvegliato dal coma e attualmente si trova in terapia intensiva agli arresti domiciliari. Ora Aureliano e Spadino intendono vendicare Lele e tutte le vittime del Samurai.

Dopo aver preteso la loro vendetta, si sono avvicinati a Cinaglia nella speranza di raggiungere un compromesso. In realtà, quest’ultimo intende inserirli nelle celebrazioni del Giubileo straordinario, che secondo il Papa si svolgerà in Africa. Da quando si sono dichiarati “i nuovi Re di Roma”, i due hanno spostato la loro attenzione sulla supervisione delle operazioni della città nel nord.

Aureliano Adami di Alessandro Borghi è apparso nelle prime tre stagioni:

È il secondo figlio della famiglia criminale Adami e le sue aspirazioni alla grandezza spesso si scontrano con la visione più conservatrice di suo padre. Insieme a Spadino e Lele stringe un’alleanza.

Alberto “Spadino” Anacleti (stagioni 1-3), interpretato da Giacomo Ferrara .Il fratello di Manfredi, capo del clan zingaro Sinti degli Anacleti, si sente oppresso dal fratello e desidera la libertà dalla sua famiglia.

Lo fa frequentando segretamente ragazzi, come Teo, che viene rapito da un cugino di Spadino e costretto a uccidere per mantenere segreto alla famiglia il suo orientamento sessuale. Il suo matrimonio con Angelica è stato combinato e lui segretamente si strugge per Aureliano.

Gabriele “Lele” Marchilli di Eduardo Valdarnini è apparso nelle prime due stagioni.A causa di un debito con il Samurai, l’unico figlio di un poliziotto abbandonato dalla madre da bambino si ritrova invischiato in faccende molto più grandi di lui. Dopo che sua madre lo lasciò da bambino, sviluppò un legame controverso con suo padre e iniziò una relazione adultera con Sara Monaschi.

Con l’aiuto del padre Franco, Samurai spinge Gabriele ad uccidere il padre di Aureliano e cerca di costruire una trappola per i suoi due amici. Durante l’imboscata, però, Franco venne assassinato da Aureliano, accorso in aiuto di Spadino.

Dopo la scomparsa del padre, segue le sue orme e diventa ispettore, continuando ad essere amico di Spadino e Aureliano. Tre mesi dopo la morte del padre, avvenuta nel giugno 2008, si toglie la vita sparandosi davanti ai suoi amici perché non può continuare lo stile di vita criminale che ha adottato.

Francesco Acquaroli ha interpretato Valerio “Samurai” negli episodi da uno a tre:

È un potente criminale romano che un tempo combatteva per l’estrema destra sovversiva e ora mantiene la pace tra le numerose fazioni criminali di Roma e resta in contatto con le famiglie mafiose del sud. Nella terza stagione Spadino gli spara al cranio dopo averlo già ferito alle gambe. Massimo Carminati è stato fonte d’ispirazione per il personaggio dei Samurai.

Membro del Consiglio Comunale di Roma che è anche un padre di famiglia e un politico onesto e idealista che sente che il suo lavoro gli ha deluso. In cambio del suo aiuto nella questione di Ostia, un Samurai gli si avvicina e gli offre una prospettiva di gloria. Successivamente nel consiglio comunale romano si propone come punto di riferimento delle famiglie meridionali.

Claudia Gerini ha interpretato Sara Monaschi nelle prime tre stagioni.In qualità di revisore dei conti del Vaticano, è in contrasto con “Samurai” perché compromette l’impresa edile del marito per salvare il giovane Gabriele.

Persa la guerra per i possedimenti di Ostia a causa della defezione della contessa e abbandonata dal marito, si lega al cardinale Pascagni per gestire la vicenda dei migranti. Nella terza stagione lascia Roma per gestire gli affari in Sicilia.Il ritratto di Manfredi Anacleti da parte di Adamo Dionisi nelle stagioni dalla prima alla terza.

È il fratello maggiore di Spadino e il capo della tribù zingara degli Anacleti. Nel tentativo di ucciderlo, Aureliano Adami lo ferisce gravemente. Alla conclusione della seconda stagione, esce dal coma. Dopo che Aureliano e tutti i membri maschi del clan Anacleti furono uccisi in un tentativo di imboscata contro Spadino durante la riabilitazione della terza stagione, Spadino lo uccise brutalmente.

Barbara Chichiarelli ha interpretato Livia Adami nelle prime due stagioni:

È la sorella maggiore di Aureliano, con il quale condivide uno stretto legame. Dopo la morte del padre, complotta per usurpare il ruolo del fratello come capo dell’azienda di famiglia stringendo accordi con altre famiglie romane e, soprattutto, con i Samurai.

Nonostante i suoi sentimenti per Quirino, deve ucciderlo dopo aver appreso del suo doppio gioco. Aureliano uccide la sua fidanzata Isabel dopo averla diseredata e umiliata. Circa tre mesi dopo aver fatto pace con suo fratello Aureliano nell’aprile 2008, nel giugno 2008, è stata assassinata da Samurai in cerca di vendetta contro di lui.

Il ritratto di Tullio Adami da parte di Federico Tocci nelle stagioni 1 e 2 come personaggio ospite ricorrente.Ha allevato Aureliano e Livia come suoi. Viene coinvolto nello scandalo di Ostia, ma alla fine viene assassinato da Gabriele dopo essere stato costretto dai Samurai a unirsi alla loro lotta contro gli Anacleti.

Monsignor Theodosiou di Gerasimos Skiadares della prima stagione:

Si tratta di un influente funzionario vaticano che ebbe un ruolo chiave nell’assegnazione del territorio di Ostia. Viene ingannato da Sara Monaschi che organizza feste a base di droga e prostitute. In uno di questi eventi, viene ripreso dalla telecamera e rapito da Aureliano, Spadino e Lele, solo per essere liberato quando Samurai li minaccia di conseguenze disastrose.

Dopo essersi ritirato in un monastero fuori oa Roma, sopraffatto dal senso di colpa e dal rimorso per la sua doppia vita, si toglie la vita in risposta ad un secondo tentativo di ricatto da parte dei tre giovani.

Elisabetta De Palo ha interpretato la contessa Sveva Della Rocca Croce nelle stagioni 1 e 2.È un membro di spicco dell’alta società romana che nutre un particolare rancore nei confronti dei Samurai perché ha ricattato il marito facendogli vendere l’azienda di famiglia.

In realtà si tratta di una tattica negoziale con la quale Samurai ripristina l’azienda che la donna ha preso al marito in cambio della terra attualmente in possesso dei Monaschi. Aureliano la uccide tre mesi dopo con la scusa che sia stata uccisa da uno straniero per influenzare gli elettori conservatori.

Carlotta Antonelli ha interpretato Angelica Sale nelle prime tre stagioni.È la giovane moglie di Spadino, nata da un matrimonio combinato tra famiglie Sinti. Viene trascurata dal marito e viene ferita in un’imboscata da parte degli Adams. Nonostante sappia che suo marito è gay, riesce comunque ad avere un figlio con lui. Lei e Adelaide, sua suocera, non sono in buoni rapporti.

Renato Marchetti ha interpretato Franco Marchilli nelle stagioni 1 e 2.Il Lele anziano è un funzionario delle forze dell’ordine. Ha intenzione di fare di suo figlio il suo “erede” prima che scopra la sua doppia vita e sia devastato dalla notizia.

Amedeo Cinaglia Moglie

Lele, minacciato dal Samurai, lo usa per sbarazzarsi di Aureliano e Spadino, ma le cose prendono una piega diversa poiché viene ucciso alle spalle da Aureliano con un colpo di pistola mentre stava per ammanettare Spadino.

Adelaide Anacleti, interpretata da Paola Sotgiu nelle stagioni dalla prima alla terza.È l’amorevole madre di due figli, Manfredi e Spadino. Poiché Manfredi è in coma nella seconda stagione, cerca di prendere il controllo della famiglia e di mettere sotto il suo controllo il figlio minore Spadino.

Augusto Zucchi ha interpretato il cardinale Cosimo Giunti sia nella prima che nella seconda stagione.Il legame con Samurai continua con la sua appartenenza alla Commissione Vaticana. Leggendaria la sua rivalità con Sara nello scandalo di Ostia. I samurai lo giustiziano per aver sfidato il loro capo.

Stefano Santospago ha interpretato Sandro Monaschi negli episodi 1 e 2.Marito di Sara e titolare della Edilcigno srl, la società che dovrebbe acquisire la proprietà di Ostia.La compagna di Forsini ed ex moglie di Amedeo è una legislatrice in Italia. Alla fine ne ebbe abbastanza della sua mancanza di slancio e decise di lasciarlo.

Isabelle Mbamba di Lorena Cesarini dalla prima stagione:

È una prostituta afroamericana. Sara e Lele la pagano per avere rapporti sessuali con Teodosio, e lei registra l’incontro sul cellulare. Poiché lei è una testimone imbarazzante, Aureliano è deciso a sbarazzarsi di lei, ma poi cambia idea e comincia a uscire con lei.

Ha avuto dei disaccordi con Livia durante la prima stagione perché Livia non riesce a capire il legame di Aureliano con un’ex prostituta. Va a vivere con Aureliano il giorno della sua morte, ma nella notte tra il 3 e il 4 marzo 2008 Livia Adami la uccide per invidia e punizione per l’omicidio del fratello.

Diego Ribon ha interpretato Stefano Forsini nelle prime due stagioni.È l’ex marito dell’ex moglie di Cinaglia ed ex sottosegretario alla Cultura al parlamento italiano. A causa del suo passato coinvolgimento in una questione di corruzione che coinvolge l’energia eolica, ricatta il Samurai Cinaglia facendogli nominare Taccon direttore dei Musei di Roma.

Gianni Taccon della prima stagione, interpretato da Pietro Ragusa.È lui il nuovo burocrate, subentrato a Finucci. Cinaglia, essendo onesto e degno di fiducia, non ha difficoltà a convincerlo a firmare la cessione del terreno di Ostia in cambio dell’incarico di direttore dei Musei di Roma.

Conduttore di talk show che tiene d’occhio la politica cittadina tramite la radio. Adriano potrebbe aver già lavorato con Samurai, data la loro stretta amicizia. Si riunisce con i Samurai per vendicarsi di Cinaglia per il suo ruolo nei disordini di Ostia. Sentendosi ingannato dai Samurai dopo la morte di Lele, contatta Aureliano e Spadino, unendo le forze con loro per vendicarsi. Dopo che Samurai muore e gli dà un’eredità, fugge dalla scena.

Amedeo Cinaglia Moglie
Amedeo Cinaglia Moglie
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!