Alessandro Borghi Malattia

Diffondi l'amore condividendo
Alessandro Borghi Malattia
Alessandro Borghi Malattia

Alessandro Borghi Malattia – Secondo l’interprete, che ha recitato in film come Le otto montagne e che presto vedremo nei panni di Rocco Siffredi nella serie Netflix Supersex, ha scoperto di avere la sindrome di Tourette quando ha conosciuto la sua compagna psicologa (Irene Forti, ndr).

Una volta il mio ragazzo mi ha chiesto apertamente la durata dei miei tic. Secondo lui mi avrebbero dovuto diagnosticare la sindrome di Tourette, tic motori e non tic, come mi ha spiegato. Il problema è che i tic più violenti e sani La nota sindrome di Tourette è quella associata al linguaggio volgare, nel senso che chiunque prima o poi impreca ne soffre.

Al contrario, i tic abbracciano un vasto ambito che riguarda l’aspetto motorio. A meno che, ovviamente, il tic non sia un sintomo di disturbo post-traumatico da stress (PTSD), reazione ad un evento terribile; in questo caso il tic può essere curato.

Non è dovuto alla sindrome di Tourette, poiché è un disturbo neurologico. È come uno starnuto: devi far uscire un po’ segreto ogni volta che ne hai voglia. Avere i tic “corrisponde a picchi emotivi, mi succede se sono molto felice, molto stanco, molto stressato e soprattutto quando ci sono situazioni che mi mettono a disagio” .

La frase “è meraviglioso sapere che non esiste una cura per qualcosa che hai” è potente per Borghi, il quale crede che mentre alcune persone affrontano cose terribili, l’incertezza di non sapere cosa si ha e se è curabile o controllabile o meno è molto peggio.

Nel podcast BSMT di Gianluca Gazzoli, Alessandro Borghi torna a parlare della sindrome di Tourette. È bello sapere che la tua malattia non ha cure. Questa è un’affermazione potente; sfortunatamente, alcuni individui sperimentano cose terribili.

A differenza di avere una risposta mediocre, quanto è terribile non averne affatto?

Ha rimarcato l’attore romano. La componente motoria, che consiste in poco più che tic, è il fulcro di un intero universo. Un evento traumatico, o PTSD, è la causa principale del tic. La tua reazione a queste cose è il tic. Un tic può essere curato, ma quello di Tourette no, poiché è un disturbo neurologico. Come esempio di come ha affrontato la malattia, lo ha paragonato al dover starnutire ogni volta che ne sentiva il bisogno.

Un giorno mi fece una domanda a bruciapelo e mi chiese da quanto tempo avevo questi tic.» L’attore attribuisce al marito, psicologo, che presto diventerà padre, il merito di averlo aiutato a capire che soffriva di questa sindrome.

Non hai i tic, hai la Tourette”, mi ha detto dopo aver risposto ad alcune sue domande. Ha chiarito che è motorio e non verbale. Nel progetto “Delta” hanno come protagonisti Alessandro Borghi e Luigi Lo Cascio: «Il nostro punto di ebollizione è stato raggiunto.»

Cos’è esattamente la sindrome di Tourette?

Borghi è affetto da una malattia neurologica che si presenta con un quadro comportamentale che comprende varie manifestazioni, anche psicologiche, simili ad altre sindromi. Le comorbidità includono ulteriori problemi di salute mentale, come ADD/ADHD e disturbo ossessivo-compulsivo. Le persone che soffrono della sindrome di Tourette hanno spesso tic fonici o motori che si manifestano all’improvviso e si ripetono.

Quelli che si basano sui movimenti motori sono noti come tic motori, mentre quelli che si basano sui movimenti fonici sono noti come disfonie foniche. Occasionalmente vengono pronunciate frasi ripetute involontariamente, alcune delle quali possono essere insulti. La sindrome generalmente scompare con l’avanzare dell’età, ma è più comune nelle generazioni più giovani, in particolare nei ragazzi.

I segni Una persona con la sindrome di Tourette probabilmente sperimenterebbe sia tic motori che fonici, noti anche come tic vocali. I tic fonici comprendono la produzione incontrollata di rumori privi di significato, mentre i tic motori comportano movimenti involontari e senza scopo.

Poiché il paziente con la sindrome di Tourette ripete i tic ininterrottamente per più di un anno, si può dire con certezza che nessuno nota questi sintomi evidenti. Quando i tic diventano davvero gravi, possono rendere difficile il funzionamento sociale e accademico. Il tic, secondo le persone con sindrome di Tourette, è un comportamento essenziale, simile allo starnuto o al prurito, e l’atto dell’esecuzione viene percepito come una liberazione dalla tensione repressa.

Alessandro Borghi ha conosciuto la sua attuale compagna, una psicologa che presto diventerà padre, ed è stata proprio lei a fargli capire che i suoi tic non erano banali. L’attore ha cioè preso coscienza del suo stato nel momento in cui gli è stata diagnosticata la sindrome di Tourette.

Un disturbo neuropsichiatrico associato alla produzione involontaria e incontrollata di rumori e movimenti del viso e/o degli arti noti come tic. Purtroppo attualmente non esiste una cura per questa particolare patologia.

Alessandro Borghi Malattia

Asma, sia verbale che non verbale Borghi ricorda l’accaduto in un’intervista a Gianluca Gazzoli per Bsmt. Dopo che le ho dato alcune risposte, mi ha detto: “Non hai i tic, hai la sindrome di Tourette, hai quelli motori e non hai quelli verbali”.

Il problema qui è che la sindrome di Tourette più conosciuta e aggressiva è quella associata al linguaggio volgare, ovvero alla tendenza delle persone a imprecare in momenti specifici. Tuttavia, la componente motoria, costituita da tutti gli effetti dei tic, è un universo a sé stante.

Ma in questo caso il tic è un sintomo del disturbo da stress post-traumatico (PTSD), una reazione a un evento terribile. Poiché si tratta di un disturbo neurologico, la sindrome di Tourette non può essere curata, a differenza dei tic. Similmente a quando senti il bisogno di starnutire, devi semplicemente starnutire.

Quando non sei al meglio:

Successivamente, l’attore ha dettagliato i sintomi della malattia nell’intervista. Per me la Tourette tende a coincidere con i picchi emotivi; può succedere quando sono estremamente felice, esausto, stressato o in un ambiente spiacevole. Ma di solito mi colpisce mentre ho a che fare con il mio io fisico.

Quando mi guardo allo specchio e mi sento a disagio, provo picchi di tremenda sindrome di Tourette. Ci sono molti aspetti di me che non mi piacciono. Sono ingrassato sei chili da quando ho girato Rocco (la serie tv su Rocco Siffredi, ndr). Nonostante sia consapevole che al momento non esiste una cura, l’attore si confida riguardo alla sua capacità di affrontare la malattia.

La divulgazione È bello sapere che la tua malattia non ha cure. Questa è un’affermazione potente; sfortunatamente, alcuni individui sperimentano cose terribili. Ma rispetto a dare una risposta mediocre, quanto è terribile non averne affatto una? Un’osservazione estremamente impegnativa, eppure i commenti sui suoi video TikTok dimostrano che alcuni dei suoi fan che stanno vivendo la sua stessa cosa lo apprezzano davvero.

A 36 anni non esiste ancora una cura per la sclerosi multipla, contro la quale combatto da quando avevo 29 anni. Quindi speriamo che la ricerca lo restituisca”, aggiunge un utente. Lo stesso vale per l’acufene, purtroppo è incurabile. “Ho capito”, aggiunge un secondo sostenitore. In un’altra lettera si legge: “Grazie perché ho anche questi tic e mi fai sentire meno solo.” Il che è qualcosa che trova confortante.

I sintomi, la diagnosi e la gestione della sindrome di Tourette sono stati discussi da Alessandro Borghi: Ero convinto di avere i tic da un bel po’ di tempo. Ho smesso di pensarci come un problema dopo la diagnosi perché ora so esattamente con cosa ho a che fare.

Ho avuto la sindrome di Tourette per molto tempo”, ha detto, dopo aver inizialmente creduto di avere dei tic. Ti sembra che di tanto in tanto ho un respiro irregolare? Questo è uno spasmo. Ho degli spasmi o colpi alle dita; è una sindrome neurologica con sintomi diversi.

Ho smesso di pensarci come un problema dopo la diagnosi perché ora so esattamente con cosa ho a che fare. Mito o realtà? “Lo supero” è la frase che ripete. La mia giustificazione “poetica” era che è mio compito cercare di comprendere le esperienze degli altri; poiché l’altra persona non ha la sindrome di Tourette, per il momento posso accettare questo fatto.

Quando le persone affette da questa malattia neurologica presentano tic di diverso tipo, può essere un segno di disturbo da deficit di attenzione o disturbo ossessivo-compulsivo. Non solo Borghi deve affrontare questo problema, ma anche Billie Eilish, David Beckham, Dan Aykroyd, Seth Rogen e Mozart. La storia è stata raccontata in numerosi film, tra cui Motherless Brooklyn con Edward Norton, The Square, The Road Within e Phoebe in Wonderland con Elle Fanning.

In questo nuovo ruolo, l’interprete trentacinquenne:

Già vincitore del David di Donatello, affronta la complessa relazione tra un professore di fisica di nome Marco e una fumettista di nome Anna, che incontra per caso ma per la quale sviluppa dei sentimenti. Nell’arco di vent’anni, la loro relazione attraversa i normali alti e bassi della vita, cambiando numerose volte.

La sua unica relazione pubblica è con la sua fidanzata manager Irene Forti a Londra, e lui è estremamente silenzioso al riguardo. Quando si tratta dei suoi interessi, hobby ed esperienze di vita, è un vero fiume, ma parla raramente.

Nel podcast BSMT di Gianluca Gazzoli, Alessandro Borghi:

Torna a parlare della sindrome di Tourette. È bello sapere che la tua malattia non ha cure. Questa è un’affermazione potente; sfortunatamente, alcuni individui sperimentano cose terribili. A differenza di avere una risposta mediocre, quanto è terribile non averne affatto?, ha rimarcato l’attore romano.

La componente motoria, che consiste in poco più che tic, è il fulcro di un intero universo. Un evento traumatico, o PTSD, è la causa principale del tic. La tua reazione a queste cose è il tic. Un tic può essere curato, ma quello di Tourette no, poiché è un disturbo neurologico. Come esempio di come ha affrontato la malattia, lo ha paragonato al dover starnutire ogni volta che ne sentiva il bisogno.

Un giorno mi fece una domanda a bruciapelo e mi chiese da quanto tempo avevo questi tic.» L’attore dà credito alla sua moglie psicologa, che lo sarà a breve diventare padre, aiutandolo a rendersi conto che soffriva di questa sindrome. Non hai i tic, hai la Tourette”, mi ha detto dopo aver risposto ad alcune sue domande. Ha chiarito che è motorio e non verbale.

Alessandro Borghi Malattia
Alessandro Borghi Malattia
Sharing Is Caring:

Leave a Comment

error: Il contenuto è protetto !!